Milan: Galliani conferma Inzaghi ad una condizione

Il Milan ancora un anno a Flippo Inzaghi? Perché no. L’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, apre alla conferma dell’ex bomber, nonostante fin qui la stagione del Milan sia stata nettamente al di sotto delle aspettative. Qualche mese fa, durante uno scherzo telefonico con un finto Ferrero, Galliani aveva lasciato intendere che Inzaghi sarebbe rimasto fino a fine stagione, ma poi a luglio si sarebbe cambiata guida tecnica. Nel frattempo si sono fatti tanti nomi per la sua successione, da Donadoni a Sarri, passando per Mihajlovic, in merito al quale Galliani dice: "Se mi piace? A me piacciono di più le signore...".

Negli ultimi tempi il Milan è migliorato sotto il punto di vista del gioco e la cosa non sarebbe sfuggita alla dirigenza rossonera, che starebbe rivalutando l’operato di Inzaghi. Diversi giocatori fin qui non hanno reso come sperato e di tanti fattori non si può di certo accusare l’allenatore. Ecco perché, parlando a margine di un evento Technogym, tenutosi a Milano in via Durini, Galliani ha dichiarato:

"Inzaghi? Sono convinto che se faremo bene fino a fine stagione sarà il nostro allenatore anche per l'anno prossimo".

inzaghi-galliani-milan

La concentrazione del Milan è ora tutta sulla prossima partita, il derby contro l’Inter: una stracittadina dal sapore amaro vista la lontananza di entrambe le squadre dalla vetta della classifica, ma pur sempre una gara suggestiva.

"Il derby di Milano è sempre stato molto sportivo - continua Galliani - , i tifosi vanno allo stadio assieme, milanisti con gli interisti e credo che Milano continui ad essere una città molto avanti sotto questo punto di vista. L’Europa? Sette punti sono tanti, ma noi abbiamo il dovere di crederci finché la matematica non ci condanna".

Nelle ultime gare si è messo in mostra Suso, l’acquisto di gennaio rimasto per troppo tempo forse un oggetto misterioso:

"E' un talento importante, ha già fatto delle esperienze di livello nella sua carriera. In allenamento gli vedo fare grandi cose e speriamo che continui così".

L’ultima battuta è sulla questione società: da tempo ormai si parla di accordi tra Silvio Berlusconi e facoltosi imprenditori asiatici per la cessione del club. L’impressione è che siamo molto vicini alla cessione:

"Le sue decisioni - conclude l’ad - verranno prese per amore del Milan".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail