Roma, tra Pallotta e gli ultras è guerra fredda: domenica nuova protesta

Prima della partita di domenica contro l'Atalanta i tifosi si ritrovano davanti all'Olimpico.

FBL-EUR-C3-ROMA-FIORENTINA

Domenica pomeriggio si gioca all'Olimpico la sfida tra Roma e Atalanta. Come sappiamo la Curva Sud, il settore che ospita i tifosi giallorossi più caldi, sarà chiusa, questo a seguito della squalifica di un turno imposta dal giudice sportivo a causa degli striscioni contro la madre di Ciro Esposito. La società ha deciso di non fare ricordo e il presidente Pallotta si è schierato apertamente contro quei tifosi, una minoranza a suo modo di vedere, che con un comportamento poco corretto penalizza tutti gli altri. Questa presa di posizione non è piaciuta agli ultras che ha praticamente scaricato l'americano e il clima adesso è tesissimo.

L'ultimo capitolo di questa battaglia tra tifosi e club è stato scritto oggi, con un comunicato fatto recapitare dagli ultras della Roma al sito forzaRoma.info. I tifosi convocano una protesta per domenica prossima, fuori dall'Olimpico, per contestare la società:

Domenica ore 13.00 tutti allo stadio fuori ai baretti per far sentire la nostra voce! Chiunque non si sentisse un fottuto idiota sarà il ben accetto! Avanti Curva Sud.

Nel frattempo ieri il presidente Pallotta era stato protagonista di una chat su Twitter nella quale ha risposto a molte domande degli utenti. L'americano è tornato sulla questione del mancato ricorso e sull'ormai arcinoto "idiots", termine con il quale ha etichettato alcuni tifosi colpevoli di aver portato alla chiusura della curva. Ha condannato i cori e gli striscioni razzisti, ma anche le dure contestazioni nei confronti dei giocatori colpevoli dei risultati deludenti di questi ultimi tempi:

Ho sempre preso le parti dei tifosi della Roma. Ma prenderò sempre e solo le parti di quei veri tifosi che sono la stragrande maggioranza di voi. I veri tifosi possono criticare, ma non fanno mancare il loro supporto alla squadra. Non fanno cori razzisti. Non creano incidenti, non insultano quei giocatori che fanno del loro meglio, non tirano m****. Non creano situazioni che arrecano problemi a tutti gli altri. Noi tutti subiamo per colpa delle azioni di pochi. Negli ultimi mesi un piccolo gruppo di tifosi giallorossi ha insultato i calciatori, li ha chiamati presso la Curva e gli ha detto che non meritano la maglia della Roma. Questo è accaduto dopo la partita con la Fiorentina. È stata una minoranza ma è successo.

La situazione è insomma bollente e l'unico modo per far tornare un po' di tranquillità a questo punto è quello di ottenere buoni risultati in campo. La squadra di Garcia è chiamata ad un finale di stagione importante, con il secondo posto ancora in palio e con un controsorpasso alla Lazio possibile già in questo fine settimana. I giallorossi giocano in casa con l'Atalanta, mentre i biancocelesti sono attesi allo Juventus Stadium, un turno sulla carta favorevole a Totti e compagni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail