Cagliari, si dimette Zeman: "La squadra non mi segue più"

Secondo il quotidiano l'Unione Sarda si tratta di una decisione irrevocabile, in attesa dell'ufficialità da parte del club.

Zdenek Zeman ha presentato le sue dimissioni irrevocabili, il boemo lascia la panchina del Cagliari a sette giornate dalla fine con la squadra in piena zona retrocessione. Lo scrive il l'Unione Sarda, che parla di un'indiscrezione, non ci sono conferme ufficiali dal club. La situazione dei rossoblu è drammatica, la scorsa settimana un gruppo di tifosi ha fatto irruzione nel ritiro di Asseminello e ha avuto un duro confronto con i giocatori, alcuni accusati di condurre una vita poco consone a quelli che sono i requisiti di uno sportivo professionista.

Poi è arrivata la sconfitta casalinga contro il Napoli, una partita che mai ha visto i sardi in partita. È finita 3-0 per la squadra di Benitez che ha inflitto al Cagliari la quarta sconfitta consecutiva. Ora la quartultima posizione, quella che porta alla salvezza, dista nove lunghezze ed è occupata dall'Atalanta. Secondo quanto scrive il quotidiano sardo Zeman ha presentato al presidente Giulini le sue dimissioni irrevocabili, frutto di alcune riflessioni degli ultimi giorni. Pare che il boemo si sia confidato con alcuni amici dicendosi deluso dal comportamento dei suoi giocatori che nelle ultime settimane avrebbero fatto poco per seguirlo tanto in allenamento che in partita.

"Io ho dato tutto me stesso, ora è giusto che ognuno si prenda le sue responsabilità. Dimettendomi io faccio la mia parte, ora gli altri si assumano le proprie responsabilità", in queste parole si riassume il suo pensiero e le motivazioni della sua decisione. Seguiranno aggiornamenti, in attesa delle dovuto conferme da parte della società o, nel caso, di una smentita.

zeman-dimissioni-cagliari

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail