Contratto moglie-tifoso: "Ti sposo se mi lasci andare allo stadio"

tifoso-moglie

Un patto che ha già retto per 18 anni: Gianfranco Borsatti, grande tifoso del Padova, ha fatto sottoscrivere alla moglie un patto pre-matrimoniale. Cosa prevede l’accordo? L’uomo, oggi 55 anni, si è impegnato a portare all’altare la compagna purché la stessa lo avesse lasciato libero la domenica per poter assistere alle partite della squadra del cuore in casa ed eventualmente anche in trasferta. Sono passati 18 anni da allora e l’accordo non è ancora stato infranto: tra gioie e dolori sportivi, Gianfranco ha sempre assistito alle partite del Padova, senza che la moglie gli mettesse “il bastone fra le ruote”.

Una vicenda singolare che strappa il sorriso, ma i due protagonisti della vicenda l’hanno presa molto sul serio. Il contratto risale al 1997 ed è stato redatto di suo pugno dalla moglie Orietta Zago, ecco il testo integrale:

"Io sottoscritta Orietta Zago dichiaro che niente avrò a discutere sul Calcio Padova ed accetterò che il mio futuro marito si rechi allo stadio per le partite giocate in casa e per tutte quelle in trasferta da lui ritenute importanti ed interessanti".

In cambio della totale libertà ad assistere alle partite del Padova, oggi ripartito dalla Serie D dopo il fallimento avvenutno nell'estate del 2014, Gianfranco ha acconsentito ad accompagnare la moglie a concerti ed altri spettacoli di suo interesse. Insomma, un do ut deus che è stato raccontato per la prima volta dalla TV locale di Telecittà e che nei prossimi giorni sarà al centro di un servizio anche su La7.

  • shares
  • Mail