Torino - Juventus, bomba carta allo stadio Olimpico: 11 feriti, 5 tifosi fermati

I due feriti in codice giallo sono stati trasferiti in ospedale. Le autorità hanno già identificato e fermato cinque persone.

FBL-ITA-SERIEA-TORINO-JUVENTUS


18.45 - Cinque persone sono state fermate oggi in seguito agli episodi di violenza avvenuti all’interno e all’esterno dello stadio Olimpico di Torino in occasione del Derby della Mole.

Si tratta di due tifosi della Juventus e di uno del Torino, bloccati per il lancio di fumogeni e bombe carta all’interno dello stadio, e di due tifosi del Torino a cui vengono contestati i lanci di sassi contro il pullman della Juventus, poco prima dell’inizio del derby.

Il numero dei feriti, intanto, resta confermato a 11: solo tre di loro sono stati trattenuti in ospedale - al CTO e al Mauriziano - per accertamenti, mentre gli altri sono stati rimandati a casa.

17.20 - Arrivano buone notizie da Torino. Le condizioni dei due feriti dati in codice rosso negli istanti successivi all’incidente sono migliorate, tanto che adesso si parla di codice giallo, decisamente meno preoccupante. Il numero totale dei feriti sarebbe 11, tutti tifosi del Torino presenti in curva Primavera.

La dinamica non lascia spazio a dubbi: la bomba carta è stata lanciata dal settore ospiti alla curva Primavera. Non è chiaro al momento se i tifosi juventini responsabili del lancio siano già stati identificati dalle forze dell’ordine.

16.00 - Grave episodio oggi pomeriggio allo Stadio Olimpico di Torino, mentre era in corso il primo tempo del derby tra Torino e Juventus.

L’esplosione di una bomba carta ha provocato il ferimento di 10 persone, di cui due in modo grave. Secondo quando ricostruito, la bomba carta sarebbe stata lanciata dai tifosi della Juventus nel settore che ospita i tifosi del Torino, ferendo proprio i supporter granata.

Otto tifosi sono rimasti feriti in modo lieve e sono stati medicati sul posto, mentre altri due sono stati trasportati in ospedale in codice rosso.

Poco prima dell’inizio dell’incontro diversi episodi di violenza si erano registrati all’esterno dello Stadio, a cominciare dall’assalto del pullman della Juventus da parte dei tifosi del Torino, avvenuto in via Filadelfia, a due passi dall’Olimpico: secondo quando emerso un gruppetto di tifosi ha preso d’assalto il mezzo lanciandogli uova, sassi e bottiglie, arrivando anche a danneggiare uno dei vetri esterni.

Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, si è subito affrettato a condannare l’episodio, arrivando però ad attribuire parte della responsabilità alla stampa sportiva:

Si è trattato di un episodio deplorevole, di grave violenza. Secondo me un fatto preventivabile, frutto anche di alcuni editorialisti, di alcuni giornalisti che spesso usano un linguaggio assolutamente contro di noi, non valutando invece quelli che sono i nostri meriti sportivi. La speranza è che non si verifichino fatti più gravi, di cui poi tutti noi dovremmo pentircene.

Le forze dell'ordine, intanto, stanno lavorando per identificare i responsabili dei lanci.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail