Daniele De Santis rinviato a giudizio per l’omicidio di Ciro Esposito

Daniele De Santis, ex ultrà della Roma, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di omicidio volontario, lesioni e porto abusivo d'arma. Secondo l’accusa, infatti, fu proprio lui, ‘Gastone’ come lo chiamavano in curva, ad uccidere Ciro Esposito, tifoso del Napoli deceduto in seguito alle ferite d’arma da fuoco rimediate la sera della finale di Coppa Italia 2014. A formulare le accuse nei confronti di De Santis, il gup Maria Paola Tomaselli: il prossimo 8 luglio la prima udienza.

Oggi era presente in aula anche la mamma di Ciro Esposito, Antonella Leardi, che di recente è stata anche oggetto di striscioni offensivi durante una gara casalinga della Roma da parte dei tifosi giallorossi. Questo il commento della signora Leardi una volta appresa la notizia del rinvio a giudizio di De Santis:

"E' stato dolorosissimo, quasi come un parto. Nessuno mi ha mai chiesto scusa, ma non è a me che le devono presentare..."

A processo anche Gennaro Fioretti, tifoso del Napoli che faceva parte del gruppo di coloro i quali si avventarono contro De Santis in seguito ad un assalto al bus di supporters partenopei. Pare che durante l’udienza preliminare, la mamma di Ciro Esposito abbia anche incrociato lo sguardo di ‘Gastone’. Appuntamento in aula per la prima udienza il prossimo 8 luglio 2015.

Daniele De Santis

  • shares
  • Mail