Ritirata la patente a Tevez: l'attaccante Juve fermato per eccesso di velocità

Il giocatore aveva avuto problemi con il codice della strada già ai tempi di Manchester.

Juventus v Real Madrid CF  - UEFA Champions League Semi Final

Nel rettangolo verde Carlos Tevez usa la sua velocità come un'arma implacabile per mettere in difficoltà i difensori che provano a inseguirlo. Nella migliore delle ipotesi sono costretti a concedere un calcio di punizione, a volte, come è successo martedì contro il Real Madrid, uno spunto dell'argentino può essere devastante tanto da costringere il malcapitato avversario a spendere un fallo da rigore. Ne sa qualcosa Carvajal, che deve ringraziare l'arbitro se è riuscito a tornare negli spogliatoi al novantesimo e non prima.

Purtroppo non succede lo stesso quando l'Apache decide di apprezzare la velocità alla guida. Secondo quanto riporta l'Ansa la Polizia Stradale in servizio al traforo del Monte Bianco gli ha oggi ritirato la patente dopo averlo fermato per eccesso di velocità. Il giocatore stava transitando nel tunnel che collega la Francia all'Italia quando è stato intercettato da poliziotti che, dopo aver constatato la violazione, sono stati costretti ad applicare la sanzione prevista dalla legge. A discolpa di Tevez c'è da dire che i limiti in quel tratto di autostrada sono davvero bassissimi, come misura di sicurezza attuata in seguito all'incendio del 1999 non è possibile superare i 70 chilometri orari.

Non è la prima volta che il sudamericano si ritrova ad avere problemi con il codice della strada. Durante il suo periodo inglese, quando vestiva la maglia del Manchester City, fu sorpreso a guidare con la patente sospesa. Fu arrestato e poi rilasciato su cauzione, infine condannato ad una multa di mille sterline e a 250 ore di servizi sociali, con la sospensione della licenza prolungata di altri sei mesi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail