Cassano: "Serie A così scarsa che potrebbe giocarci mio nonno"

Antonio Cassano è sicuro: questa Serie A è scarsa, tanto che ci potrebbe giocare anche un nonnetto. Il fantasista barese che qualche mese fa ha rescisso il contratto che lo legava al Parma, ha deciso di rimanere fermo fino a fine campionato, quando poi si aspetta di trovare l’intesa con la Sampdoria, il club nel quale vuole chiudere la sua carriera. “La Serie A è così scarsa che potrebbe giocare anche la buonanima di mio nonno”, dice ‘Fantantonio’ a Dribbling.

Nonostante sia lontano dai campi di gioco, Cassano ha tanta voglia di tornare a calciare un pallone, ma vuole farlo nel migliore dei modi e nell’ambiente migliore per lui e la sua famiglia:

“Sono andato in vacanza con la mia famiglia, ma il calcio mi manca e mi sto allenando duramente per perdere 3-4 chili e trovare a luglio una destinazione che mi va a genio, per ritornare alla grande”.

La famiglia Cassano ha già deciso di andare a vivere a Genova, ecco perché il sogno del fantasista barese, che a febbraio ha rifiutato la proposta della sua città natale, sia quello di tornare a vestire la maglia blucerchiata che ha già indossato dal 2007 al 2011:

“Mi piacerebbe tornare alla Sampdoria, è ovvio. Al massimo potrei giocare a Montecarlo, ma solo perché è a dieci chilometri da Genova. Sono interista dalla nascita ma la Sampdoria mi è entrata nel cuore. L’unico rimpianto che ho nella mia carriera è aver creato problemi a Garrone - ammette - , a cui voglio bene, e aver lasciato la squadra. Vorrei tanto tornare, ma sembra non sia possibile. Hanno detto che servono più difensori che attaccanti: vorrà dire che studierò da difensore”.

FC Parma Training Session & Press Conference

La Sampdoria non è comunque l’unico sogno di Cassano, che in questi mesi dice di aver ricevuto offerte da Brasile, Dubai e America. Nella testa del barese c’è sempre la maglia azzurra:

“Voglio fare bene con la prossima squadra che mi prenderà per mettere in difficoltà Conte: voglio tentare l’impossibile - conclude - , tornare in Nazionale”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail