Bari: con Conte si pesca in casa Juve

Le feste sono ormai passate e tutte le squadre devono pensare a rimettersi al lavoro; finalmente si respirerà nuovamente aria di calcio giocato dopo questi giorni in cui sui giornali non si leggeva che di mercato. A Bari, ad esempio, hanno avuto di che parlare nei bar e nei circoli: l'arrivo di un leccese come Antonio Conte sulla panchina barese non è passato inosservato.

Alla fine è stato accettato dai supporters biancorossi, complici anche le dichiarazioni dell'ex centrocampista di Juve e Nazionale che ha subito manifestato entusiasmo. Ma anche perché col suo arrivo si prospetta l'arrivo al San Nicola di qualche gioiellino di casa Juventus, visto l'occhio di riguardo che la società bianconera ha da sempre nei confronti del suo ex capitano.

Dunque in questi giorni dovrebbero concretizzarsi i trasferimenti nel capoluogo pugliese di Tomas Guzman e di Dario Venitucci: il primo, 25enne paraguayano, non sta trovando molto spazio al Piacenza, il secondo, poco più che ventenne, fatica in ugual modo ad emergere a Treviso. Soprattutto Venitucci, centrocampista che ricorda Deschamps, è stato l'anno scorso una piacevole sorpresa della Primavera juventina di Chiarenza, esordendo con personalità anche in prima squadra: il suo è un sicuro avvenire.

E Conte potrebbe ritrovare un altro ragazzo che l'anno scorso ha avuto ad Arezzo: fitti sono stati i contatti in questi giorni tra Matarrese e l'Empoli per regalare al nuovo tecnico anche Ray Volpato, attaccante che ha più volte stupito gli addetti ai lavori ma che nella cittadina toscana è la quarta scelta. A Bari troverebbe Davide Lanzafame, altra punta di casa Juve, autentico gioiellino dell'ultima nidiata.

Dunque si ritorna a lavorare sul campo: per il Bari, che ogni anno delude le aspettative, sarà una seconda parte di stagione all'insegna dell'incognita e della rivoluzione.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: