Donadoni bacchetta Totti e Nesta. Poi chiarisce: "Sono stato mal interpretato"

Pensava solo di rispondere con una battuta ad un ragazzino delle scuole medie, il CT Roberto Donadoni. Ma la presenza di un paio di giornalisti, pronti a captare ogni piccolo sussulto che avrebbe riguardato l'annosa questione del ritiro di Totti e Nesta dalla Nazionale, ha scatenato un piccolo malinteso che rischiava di far esplodere l'ennesimo caso.

La domanda del giovane studente, in realtà, è figlia di quella genuina sincerità che solo in giovane età si può avere: come ha preso Donadoni la scelta di abbandonare la nazionale dei due campioni romani? La risposta del CT è stata arguta e simpatica: "...è un po' come quando voi avete un'interrogazione difficile il giorno dopo, e vi viene il mal di pancia"

Una frase ingenua ad un pubblico di ragazzi delle scuole medie di Cisano Bergamasco (il paese natale di Donadoni) che rischiava di riaprire un capitolo che ormai sembra chiuso da un pezzo.

Ho cercato di fare una similitudine semplice a dei ragazzi che avrebbero colto al volo l'esempio di un'interrogazione schivata per un mal di pancia. Anche un ragazzo di quella età fa determinate scelte e ha delle difficoltà, delle aspettative che a volte non si possono realizzare.



Il caso di Totti e Nesta è diverso: conosco le motivazioni che hanno portato all'addio alla nazionale dei due giocatori, bisogna solo capire e rispettare le decisioni di questi due giocatori.

La rettifica di Donadoni suona quasi come un salvataggio in calcio d'angolo su un argomento spinoso che ancora divide gli italiani.
E' giusto che un campione rinunci alla nazionale? Siamo sicuri che nei mesi che ci dividono dall'Europeo 2008 la domanda si riproporrà ancora molte volte, Donadoni farà meglio a stare più attento alle "similitudini" che usa...

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: