Grant difende il suo Chelsea



Archiviata la fatica di Coppa di Lega contro l'Everton, Avram Grant, allenatore del Chelsea, decide di togliersi qualche sassolino dalle scarpe. L'israeliano è sempre stato guardato con sospetto dalla stampa e dai tifosi dopo che l'addio di José Mourinho aveva lasciato tutti sbigottiti. Poi il suo arrivo non contribuiva certo a iniettare fiducia nell'ambiente, per i più si trattava di uno sconosciuto. In effetti, a parte le esperienze in Israele, Grant in Europa era stato solo direttore tecnico del Portsmouth allenato da Reknapp, lo stesso ruolo che ha avuto nel Chelsea dal 8 luglio 2007 al 20 settembre dello stesso anno, giorno delle dimissioni del portoghese.

Questo sconosciuto, che ha esordito sulla panchina dei blues con una sconfitta a Manchester contro lo United, da allora ne ha fatta di strada. Come lui stesso ha tenuto a ricordare il Chelsea, da quando siede lui sulla panchina, ha perso soltanto due volte.
"Tutti devono rispettare il Chelsea per quello che questa squadra ha fatto negli ultimi mesi. Stiamo vincendo molte partite, non solo in campionato ma anche in Champions League e nelle coppe".

E infatti i londinesi si sono qualificati agli ottavi della Champions League, sono a soli quattro punti di distanza dalla coppia di testa della Premier League formata da Manchester United e Arsenal, hanno appena raggiunto la finale di Coppa di Lega che giocheranno contro il Tottenham e sono ancora in corsa anche per la F.A. Cup. Tutto questo assume un valore ancora maggiore se si pensa che il buon Grant ha dovuto fronteggiare numerosi assenze.

In questo periodo, per esempio, non può disporre di tutti i giocatori impegnati in Coppa d'Africa tra cui Drogba, Essien e Kalou. A questi si aggiungono gli infortunati Ballack, Wright-Philips e Lampard. Insomma una lista di nomi che da soli potrebbero bastare a fare una squadra in corsa per la Champions nella nostra Serie A. Non è facile ottenere buoni risultati in queste condizioni e l'allenatore non ha mancato di sottolinearlo.

Ma quando si fa parte di una squadra ambiziosa situazioni del genere possono capitare. Il prossimo impegno dei blues è sabato prossimo turno di F.A. Cup che li vedrà contrapposti al Wigan Athletic, per quanto riguarda l'Europa invece l'appuntamento per Lampard è compagni è fissato per il 19 febbraio per gli ottavi di finale contro l'Olympiacos.
Allora forza Grant, avrai anche fatto bene finora ma la strada è ancora lunga, a volte in una settimana sbagliata si riesce a vanificare il lavoro di un anno.

  • shares
  • +1
  • Mail