La sfortunata domenica del Manchester City



Quella di ieri è stata proprio una giornataccia per gli uomini di Eriksson. In un solo colpo i Citizens hanno perso coppa e soldi. Ma andiamo con ordine.
Il City era impegnato, per il quinto turno di F.A Cup, sul campo dello Sheffield United, squadra che attualmente milita nella Football League Championship, la seconda serie inglese prima denominata First Division. La sfida dunque non si presentava come una delle più proibitive, il passaggio del turno, seppure con le difficoltà del caso, poteva essere facilmente raggiunto.

E invece così non è stato. Il City ha perso 2 - 1 e ha concluso la sua esperienza in questa F.A. Cup. Le circostanze che hanno favorito il maturare di questo risultato sono alquanto bizzarre. La partita era iniziata da pochi minuti ed era stata preceduta da una ricca coreografia organizzata da Citizens in trasferta, uno spettacolo a base di palloncini bianchi e azzurri. Proprio alcuni di questi palloncini hanno però fatto subire un gol alla loro squadra del cuore.

Al 12° minuto infatti il difensore Michael Ball ha mancato il pallone che giungeva da un innocuo cross perché la sua traiettoria è stata deviata da alcuni palloncini. Molto più attento di lui però è stato il suo collega offensivo, il calciatore dello Sheffield United, Luton Shelton, che non ci ha pensato su due volte e ha concluso verso la porta. Sotto di un gol gli uomini di Eriksson si sono riversati in attacco alla ricerca del pareggio, trovando però solo il raddoppio degli avversari con Stead.

A nulla poi è servito il gol in apertura di ripresa di Sturridge, il risultato è rimasto inchiodato sul 2 - 1 fino al termine. Eriksson a fine partita ha ammesso che la sconfitta è stata frutto delle mancanze della sua squadra e non di quella deviazione sfortunata, ma ha anche rivelato che in realtà la sua panchina aveva chiesto all'arbitro di sospendere la partita per procedere alla pulizia del terreno di gioco. La risposta dell'arbitro è stata molto eloquente, in pratica ha detto che la pulizia avrebbe potuto farla il portiere quando la palla era lontana dalla sua area. Bryan Robson, allenatore dello Sheffield United, ha osservato che in effetti di solito i portieri di solito puliscono la loro area, questa volta però pare che l'estremo difensore Hart non ci abbia pensato e le circostanze sono poi state fortunate per la sua squadra.

Come se non bastasse oltre al danno i giocatori del Manchester City hanno dovuto subire anche la beffa. Di ritorno negli spogliatoi hanno trovato le loro borse svaligiate. Dei ladri si sono intrufolati riuscendo a rubare contanti e oggetti di valore per una somma pari a circa 2.000 sterline. La polizia sta investigando su questo caso accaduto nell'impianto Bramall Lane di Sheffield, per il momento però nessuno dei colpevoli è stato fermato.

Una giornata da dimenticare in fretta insomma per Eriksson e i suoi giocatori. Potranno riscattarsi già fra due giorni in casa del Derby County oppure il 2 febbraio quando ospiteranno la capolista Arsenal.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: