Barcellona, Abidal inserito nella lista per la Champions League: la sua storia

Questa è la storia di Eric Abidal, difensore francese che dopo le esperienze al Monaco, al Lilla e al Lione, nel 2007 è approdato nella squadra più forte del mondo, il Barcellona. Quattro anni da protagonista col numero 22 appiccicato sul retro della sua camiseta blaugrana, poi nel marzo 2011 la notizia più brutta: Abidal ha un tumore al fegato. Operato a pochi giorni dalla diagnosi, dopo due mesi si rimette in piedi e il 28 maggio gioca addirittura da titolare la finale Champions contro il Manchester United, vinta dai catalani per 3-1. Tutti ricorderanno la scena: Abidal che alza la coppa dopo il passaggio della fascia da capitano da parte del compagno di squadra Puyol.

Favola a lieto fine? Si e no. Abidal torna in Nazionale e comincia la stagione 2011/2012 senza preoccupazioni di sorta, poi il 15 marzo 2012 si diffonde la notizia che il giocatore deve sottoporsi a un nuovo intervento chirurgico. Dopo la rimozione della parte tumorale, ora necessita di un trapianto: è il cugino Gerard a mettersi sotto i ferri con lui, si spera per la sua vita e il calcio passa definitivamente in secondo piano. L'intervento va bene, l'epatologo Gaetano Ideo è ottimista ma a causa delle sue scarse difese immunitarie è meglio che lasci perdere col pallone. E intanto Abidal recupera ancora, piano piano, giorno dopo giorno. Il dottor Juan Carlos Garcia-Valdecasas spiega al Mundo Deportivo a luglio:

"Nel recupero è fondamentale la volontà del paziente, per fortuna Eric ha un atteggiamento molto positivo sotto questo punto di vista, non smette mai di combattere e di essere positivo. E'stato molto carino da parte dei compagni 'vestire' la Coppa del Re con la sua maglia, in occasione della vittoria. Adesso siamo maggiormente tranquilli circa l'evoluzione delle cose, e speriamo che migliori ancora nel corso del tempo. A volte la copertura mediatica in questi casi è positiva, altre volte può essere dannosa perchè potrebbe creare troppe aspettative e false speranze. Il Barcellona ha sempre cercato di proteggere Abidal, in ogni caso. Il giocatore ha dovuto anche seguire una serie di precauzioni per proteggersi da infezioni. I primi tre-sei mesi sono particolarmente importanti sotto questo punto di vista".

Arriviamo così al 24 agosto scorso quando lo stesso Abidal scrive su Facebook: "Ho da poco ricominciato la preparazione in palestra". Sono passati meno di sei mesi dal delicato intervento e il tenace difensore transalpino è tornato a sudare. All'esordio in Liga del Barça contro la Real Sociedad è addirittura in panchina, oggi l'Uefa ha diramato le liste ufficiali delle 32 squadre impegnate nella prossima Champions League e in quella del Barcellona figura il suo nome. Una bella notizia che conferma le indiscrezioni: Abidal sta tornando, ancora una volta. E noi tutti non possiamo che rallegrarci e ammirare la ferrea forza di volontà di questo giocatore straordinario.

Foto | © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail