Caso Vieri, parla Tavaroli: "Me lo chiese Moratti di spiarlo"

Giuliano Tavaroli, ex capo della security Telecom, ha rilasciato a la "La Zanzara" su Radio24 delle interessanti dichiarazioni riguardo al caso Vieri. L'ex calciatore dell'Inter ha vinto la causa civile che obbliga l'Inter e la Telecom a versare 1 milione di euro per la vicenda dei pedinamenti. Tavaroli afferma che "di controllare Vieri me lo chiese Moratti di persona, non al telefono. Le operazioni poi sono state fatte da un fornitore, la famosa agenzia di Cipriani. Sono due episodi, 2001 e 2003. Il primo riguardava l'Inter, la verifica del rispetto contrattuale dei comportamenti di certi giocatori, non solo Vieri. Il secondo invece riguardava la Pirelli perché Vieri doveva fare il testimonial. In questo caso abbiamo controllato il suo traffico telefonico".

L'ex dirigente della Telecom rivela altri particolari: "Abbiamo controllato anche altri giocatori dell'Inter, ma non hanno fatto causa. Vai a sapere perché. Forse non hanno accusato inquietudine e ansia come Vieri. Moratti lo incontrai di persona. C'era un regolamento di squadra sulla vita dell'atleta che andava rispettato, il problema era il rispetto di questo regolamento. Furono sicuramente commessi degli abusi sul traffico telefonico di Vieri".

Alla domanda se era stato controllato anche Luciano Moggi, Tavaroli risponde così: "Su Moggi non esisteva un dossier, ma ci fu la richiesta di verificare alcune informazioni date all'Inter da un arbitro su presunti comportamenti di Moggi. Moratti mi disse: 'abbiamo ricevuto queste informazioni, vogliamo vedere se sono credibili'. Parte degli accertamenti vennero svolti con attività illecite. Giraudo invece non venne controllato".

Nel frattempo il legale di Vieri, Danilo Buongiorno, ha affermato di voler ricorrere alla giustizia sportiva. Il tentativo di far riaprire il processo sportivo sembra piuttosto maldestro e il presidente Abete ha già anticipato, come riporta Repubblica.it, che non se ne farà nulla: "Sarebbe una valutazione fatta dagli organi competenti, ma parliamo di episodi per cui la prescrizione sarebbe già scattata a livello societario nel 2007 e per le persone fisiche nel 2010. Non diamo valutazioni sui processi civili: siamo al primo grado, il raccordo è diverso con la giustizia sportiva. Nei processi penali la Federazione potrebbe chiedere gli atti, ma non può farlo nei processi civili".

L'avvocato Danilo Buongiorno ha tuonato in diretta su Telelombardia nella trasmissione "Qui Studio a Voi Stadio": "Se c'è qualcuno che deve fare appello, saremo noi. Abete ha detto che la giustizia sportiva non può far nulla per la prescrizione? Gli organi federali dovrebbero esaminare gli atti prima di esprimersi. Noi ci limiteremo a mandare copia della sentenza a Palazzi ribadendo gli esposti che, contrariamente a quanto sostiene l'avvocato dell'Inter, sono stati depositati anche negli anni 2010 e 2011. Secondo noi quindi ci sono i presupposti per un'analisi diversa. Noi non vogliamo la revoca dello scudetto, noi vogliamo che venga fatta giustizia in merito a un illecito commesso a 180 gradi. E' giusto che l'organo che vigila sui suoi tesserati faccia luce sui questi fatti - conclude il legale di Vieri - Bisogna vedere anche la posizione dei dirigenti, al di là della società".

Fabio Ludica, l'avvocato dell'Inter, ha risposto a Buongiorno: "Revoca scudetti? Non mi pare che in quegli anni l'Inter abbia vinto titoli - dice il legale dei nerazzurri a Sky -. Non riusciamo a capire in quale modo si possa parlare di una revoca di scudetti. Posso tranquillizzare i tifosi dell'Inter, non ci sono problemi in questo senso. Stiamo parlando di fatti che sono ormai arrivati alla prescrizione. Confido che non arriveremo di fronte alla giustizia sportiva e che non si arriverà nemmeno da parte di Vieri ad una azione di questo tipo. Ormai sono fatti arrivati alla prescrizione, d'altronde anche la stessa sentenza è stata chiara: la carriera sportiva del giocatore non è stata lesa".

Resta, ad ogni modo, una brutta storia.

Foto | © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: