36/a giornata. Parma a Cagliari, in palio la salvezza rossoblù.

Il Parma si è imbarcato per la penultima trasferta stagionale alla volta della Sardegna per la partita col Cagliari di domani pomeriggio. Una partita che se non significa più nulla per i crociati, può significare la salvezza per i rossoblù, con un orecchio teso alle notizie provenienti dal Granillo per Reggina – Messina.

Purtroppo l’infortunio occorso a Daniele Dessena negli ultimi minuti della gara con il Meta impedirà al giovane centrocampista gialloblù di essere della partita, rendendo anche impossibile un’eventuale convocazione per lo stage dell’Under 21 di Gentile, cui invece parteciperà il coetaeneo Marco Rossi (prima convocazione a soli 19 anni) insieme al veterano Damiano Ferronetti.


Dessena resterà a Parma insieme allo squalificato Marchionni, agli infortunati di lungo corso Delvecchio, Savi, Bolano e Pisanu e a quello dell’ultim’ora Ruopolo. Alla luce delle defezioni, la formazione che ha in mente Beretta è ormai delineata con due dubbi che coinvolgono Coly e Camara per il ruolo di esterno destro e Cigarini e Morfeo per quello di trequartista. Beretta ha annunciato di voler dare fiducia ad Alfonso De Lucia, per permettere al ragazzo di farsi giudicare e mettersi in luce in vista di un probabile ruolo da titolare per la prossima stagione. Tra i convocati non c’è Matteo Guardalben (la cui seconda avventura in maglia crociata è andata decisamente male), ma il giovanissimo Eros Corradini (classe 1989), portiere della Primavera, nazionale Under 17 e giocatori di cui tutti dicono un gran bene, a conferma della grande tradizione del settore giovanile gialloblù in materia di portieri.


Davanti a De Lucia, Fernando Couto dovrebbe riprendere il suo posto di centrale accanto a Cannavaro a scapito di Contini, con i soliti Ferronetti e Bonera ai lati. Grella e Fabio Simplicio non hanno alternative a centrocampo (me se giocasse Cigarini non è da escludere uno scambio di posizioni tra quest’ultimo e il brasiliano), così come Bresciano e Corradi in attacco. Anche se non è da escludere l’ingresso di Paponi a partita iniziata, sempre nell’ottica di dare un po’ di minutaggio importante a queste giovani promesse. Completano l’elenco dei convocati Bucci, Cardone, Rossi e Pasquale.


Nel Cagliari Sonetti, dal canto suo, deve rinunciare a ben quattro squalifcati (Langella, Abeijon, Canini e Bega) ereditati dalla gara con la Juventus e deve rivoluzionare la formazione: sembra intenzionato a schierare un accorto 4-4-2 con Chimenti tra i pali, gli uruguagi Lopez e Bizera centrali, Ferri e Pisano sulle fasce; a centrocampo Conticchio e Conti come diga in mezzo, Esposito nel ruolo classico di ala destra (pronto a trasformare la squadra in un 4-3-3) con Gobbi più a sinistra; davanti il rilanciato Capone e il pericolo numero uno David Suazo, autore di più della metà dei gol del Cagliari.

  • shares
  • Mail