Zeman, nuova puntata: "Abete è un nemico del calcio"

Scritto da: -

Puntuale come un orologio svizzero esce la sparata settimanale di Zdenek Zeman. Il bersaglio del boemo, stavolta, è più istituzionale. Non è la Juventus, né Antonio Conte, ma il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete. Nel corso di un’intervista che sarà pubblicata sul numero di “Sette”, in edicola da venerdì 14 settembre, l’allenatore della Roma ha attaccato Abete. Alla domanda con che nemico andrebbe a cena, se con il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete Zeman risponde: “Perchè no? Abete non è nemico mio. E’ nemico del calcio“. E’ un’uscita pesante in vista delle elezioni della Federcalcio che si terranno il 17 dicembre.

Sulle pagine del settimanale Zeman racconta la sua idea di calcio che dovrebbe puntare su “serietà e impegno”. Dell’ambiente calcistico dopo gli scandali dice: “C’è qualche miglioramento. Ma temo che sia più paura di essere scoperti che per convinzione. Servono più esempi positivi“. Il calcio per lui “dovrebbe essere semplicità” e sempre riferendosi agli intrighi di palazzo ammonisce: “Bisogna vincere dimostrandosi superiori sul campo e non fuori dal campo“.

Zeman non crede molto a Massimo Moratti che dichiarò di essere sul punto di siglare un accordo con lui negli anni scorsi: “Molte parole. Ma poi bisogna vedere se ci sono le condizioni per lavorare bene. E non parlo di giocatori da acquistare“. Infine l’avversione sulle quotazioni delle società di calcio in Borsa (una di queste è proprio la sua Roma): “Non dovrebbero essere quotate in Borsa. I risultati mi danno ragione. Il calcio deve stare fuori dalla finanza e dalla politica“.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Calcioblog.it fa parte del Canale Blogo Sport ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.