Calciomercato Juventus: per Marotta il big di gennaio dipenderà dalla Champions League

Il famoso colpo di gennaio inizia a acquisire lineamenti strategici più definiti, alla cui luce si possono anche intuire le mosse del calciomercato estivo. La dichiarazione di Marotta "La Champions League ci dirà chi ci serve" fa infatti comprendere il motivo per cui la Juventus non ha mai dato l'affondo decisivo in tutte le trattative avviate per dare a Conte il suo top player nel calciomercato estivo.

Che l'obiettivo principale dei campioni d'Italia uscenti fosse proprio la vittoria della Champions League era ormai ovvio, soprattutto osservando le recenti strategie di assegnazione dei premi ai giocatori. Ma che dipendesse anche dall'esito delle prime partite l'acquisto del tanto agognato top player è storia nuova. Non per Marotta però, che in merito sembra avere idee chiare e già ben elaborate.

L'acquisto di Bendtner ad esempio, racchiude già in parte questo piano B elaborato dai bianconeri in caso di mancato acquisto di un più blasonato attaccante. Nel danese sono infatti riposte le speranze più azzardate, quasi a tentare la fortuna a basso costo. Pur monitorando con assiduità le alternative di mercato che i bianconeri avranno a gennaio, Marotta ha anche affermato: "A gennaio, appunto dopo aver visto come sarà andata l’esperienza nei gironi europei valuteremo se e come intervenire". Quel "se" racchiude anche la speranza che Bendtner si riveli un bomber da competizione europea, che un pressoché sconosciuto si tramuti nel top player tanto cercato insomma.

A parte però la fantasiosa ipotesi descritta, la pista migliore rimane quella che porta a Llorente. La telenovelas estiva si sta evolvendo ulteriormente in direzione favorevole ai bianconeri, dato che il Toro di Pamplona è sempre più in rotta con l'Atletico Bilbao. Oltre ad aver chiaramente annunciato infatti di non aver alcuna intenzione di firmare il rinnovo del contratto in scadenza a giugno, Llorente negli ultimi tempi vive nel club da separato in casa. Anche la decisione di Urrutia di tenerlo fino alla scadenza, attualmente avrebbe poco senso visto che l'attaccante non ha ancora giocato e ieri è anche andato via prima della fine dell'allenamento.

Alla Juventus non resta quindi che sperare, sia che il crack tra Llorente e Bilbao arrivi a compimento, sia che la fase iniziale della Champions League vada per il meglio. E chissà se con questa ultima ipotesi, che frutterebbe altre entrate nelle casse bianconere, Marotta non decida lo stesso di acquistare il top player che tutti gli juventini ormai vorrebbero, potendo rialzare con più serenità l'offerta di 20 milioni di euro già rifiutata dal Bilbao.

Foto | © TM News

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: