Dichiarazioni post Inter-Roma: deferito Totti

Francesco Totti è stato deferito per le dichiarazioni rilasciate dopo Inter-Roma. La motivazione del procuratore Stefano Palazzi è la seguente:


Totti ha espresso, nel corso di dichiarazioni pubblicate da organi di informazione, giudizi tesi a negare la regolarità del campionato e idonei a ledere direttamente o indirettamente la reputazione, il prestigio e la credibilità delle istituzioni federali e di organismi operanti all'interno della Figc.

Deferita anche la Roma per responsabilità oggettiva per violazione degli art. 4, comma 2 e 5, comma 2, del codice di giustizia sportiva.

La conduzione di gara dell'arbitro Rosetti, oltre a far imbufalire la tifoseria giallorossa, fece storcere il naso a più di un giocatore romanista. Totti si espresse in questo modo all'indomani del pareggio contro l'Inter:


Per quanto fatto, la mia Roma merita un 8, ma noi dobbiamo vincere, altrimenti è tutto inutile. L’arbitro fino a 15-20 minuti dalla fine aveva diretto bene, peccato per l’espulsione di Mexes: lì ha rovinato tutto, ha perso la conduzione della gara. Burdisso meritava il rosso, aveva fatto 2-3 falli, il più clamoroso su Taddei. […] Ora è dura ma non è finita, questo non era l’ultimo treno utile. Marzo, per noi, è un mese decisivo.

Anche il protagonista dell'episodio più discusso della partita, Philippe Mexes non lesinò critiche all'arbitro Rosetti, reo di aver peccato di troppa severità nell'estrarre il cartellino rosso all'indirizzo del francese.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: