Ferdinand non stringe la mano a Terry e Cole, che si gira e sputa

John Terry è il giocatore della Premier League che può vantare un record curioso: quello al quale più avversari rifiutano la stretta di mano d'inizio match. Prima fu la volta di Wayne Bridge, ex compagno di squadra al quale il capitano del Chelsea aveva "soffiato" la donna, tale Vanessa Perroncel, sotto il naso (con tanto di relazione adulterina), stavolta è Anton Ferdinand ad evitarlo scientemente.

Le accuse di insulti razzisti nella partita dell'anno scorso da parte di Terry, vicenda che gli costò la fascia da capitano e un processo (penale), brucia ancora. La federazione "sospese" il rito della stretta di mano per evitare questo incidente, ma avrebbe dovuto farlo per più tempo evidentemente.

Il capitano del Chelsea l'ha scampata in tribunale, anche se ha perso la fascia di capitano dell'Inghilterra per decisione dalla FA (proprio il pomo della discordia che causò le dimissioni di Capello). In aula un ruolo decisivo l'ha avuto il suo compagno di squadra Ashley Cole che ha escluso la possibilità che da Terry fossero arrivati insulti di quel tipo.

Bene, anche per lui Anton Ferdinand evita la stretta di mano. Mentre Terry sembra rammaricato e cerca la mano del capitano avversario la reazione di Cole è assurda: sguardo basso, mentre Ferdinand lo evita si gira e sputa a terra. Un gesto che non può essere casuale e indica chiaramente disprezzo per l'avversario. Un brutto episodio che segue un altro brutto episodio. Per la cronaca il match finisce 0-0 (con l'ex Inter Julio Cesar che si disimpegna egregiamente) e il Chelsea si ferma dopo la striscia positiva di inizio stagione.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: