Messi: confermata la gravità del suo infortunio, starà fermo almeno 40 giorni

Il Barcellona battendo il Celtic Glasgow (video) è riuscito a qualificarsi per i quarti di finale della Champions League ma il prezzo che ha dovuto pagare è stato, anche secondo Frank Rijkaard, troppo alto. Il piccolo argentino Lionel Messi infatti si è fermato al 34' del primo tempo e subito si è intuita la serietà della situazione, le sue lacrime e il suo toccarsi la gamba non lasciavano presagire niente di buono, infatti dagli esami di oggi è arrivata la conferma ai timori blaugrana.

Lesione al bicipite femorale sinistro, questa la diagnosi, ora si parla di un periodo di stop che va da 4 (ottimisticamente) a 8 settimane. Per i catalani significa perdere il proprio fuoriclasse per molte partite, lo staff spera di recuperarlo per il ritorno dei quarti di finale o per la finale di Coppa del Re. Il problema è che a questo punto non bisogna avere fretta visto che in realtà l'incidente di ieri sera non è altro che una ricaduta di un precedente infortunio.

Era infatti il 15 dicembre quando dovemmo, purtroppo, assistere alla stessa scena, quella volta il Barça era di scena al Mestalla contro il Valencia, anche in quel caso la pulce dovette fermarsi per un mese. Quello che però più inquieta è la fragilità di questo giocatore, negli ultimi due anni ha subito ben quattro infortuni di una certa entità e tre di questi sono di natura muscolare, un'infinità se si pensa alla sua giovane età.

Il primo infortunio lo colpì nel marzo 2006, sempre in Champions, quella volta a rompersi fu il bicipite femorale destro e Messi fu costretto a saltare tutta la cavalcata che portò i suoi compagni alla conquista del titolo di campione d'Europa. Nel novembre dello stesso anno si fermò per tre mesi, a rompersi fu il quinto metatarso del piede sinistro. E ora è stato tradito due volte dalla coscia sinistra nel giro di tre mesi. Sicuramente c'è qualcosa che non torna.

Puyol ha detto che la colpa è dei giornalisti rei di aver fatto troppa pressione affinché l'argentino fosse in campo malgrado il parere negativo dello staff medico, accusa ridicola, al massimo le colpe sono della società che si lascia, eventualmente, condizionare dai giornali. Alla fine è inutile cercare un capro espiatorio, si può solo sperare che il recupero di Messi sia veloce e che possa finalmente stare lontano dai guai fisici per un bel po' di tempo, per il suo bene ma anche per il bene di ogni amante del calcio.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: