Real-Roma 1-2: Vucinic illumina il Bernabeu


Magica Madrid: la Roma espugna per la seconda volta nella sua storia il Santiago Bernabeu con un 1-2 meritatissimo e accede così ai quarti di finale della Champions League. Partita decisamente deludente delle merengues che, sotto in virtù del 2-1 dell'andata, non hanno mai spinto il piede sull'acceleratore; merito anche dei giallorossi, a volte leziosi ma sempre molto lucidi e determinati. Per scardinare però la retroguardia blanca c'è voluto un grande Vucinic, entrato al posto di Mancini e decisamente il migliore in campo: suo l'1-2 finale, dopo i gol di Taddei e Raul (Foto - Video).

Spalletti lascia fuori Pizarro e Panucci e si affida, al loro posto, a Aquilani e all'ex Cicinho; in porta Doni, centrali di difesa Mexes e Juan con Tonetto sull'out di sinistra, a centrocampo oltre al già citato Aquilani l'ottimo De Rossi, Perotta più avanti coi brasiliani Taddei e Mancini più larghi, Totti unica punta. Schuster deve far a meno di uomini chiave come Sergio Ramos (squalificato), Sneijder, Robben e Van Nistelrooy (infortunati): giocano così Casillas tra i pali, Salgado a destra, Cannavaro e Pepe centrali con Heinze a sinistra, Diarra, Guti e Gago in mediana, tridente spuntato con Baptista, Robinho e l'eterno Raul.

La prima frazione non è bellissima, soprattutto per i molti errori in fase di impostazione di entrambe le squadre e per l'arbitraggio di Vassaras, molto pedante e col fischietto perennemente in bocca. Così le emozioni arrivano alla spicciolata, anche se sono forti: per i madrileni il più attivo è Julio Baptista che prima impegna severamente Doni su punizione dal limite, poi sparacchia sopra la traversa da posizione favorevole. La Roma non sta di certo a guardare; da distanza siderale Aquilani lascia partire un bolide che si schianta sull'incrocio dei pali, poi lo stesso centrocampista costringe al grande intervento Casillas su tiro da fuori. Questi gli acuti di un primo tempo da cui francamente ci si aspettava di più.

Nella ripresa la musica sembra cambiare, anche perché i minuti scorrono e il Real cerca il vantaggio: un'altra punizione di Julio Baptista incoccia sul palo, poi Robinho di testa manda a lato divorandosi una palla gol su cui poteva fare di più. Quindi, al 64°, la svolta: fuori un deludente Mancini e dentro il montenegrino Vucinic, mossa che alla fine si rivelerà decisiva. Proprio l'attaccante romanista prende subito la traversa correggendo un cross basso di Tonetto, quindi induce Pepe a un fallo da giallo sulla linea di fondo, intervento che costa al difensore il secondo cartellino e quindi l'espulsione. Con i padroni di casa in 10 la Roma sa che può portare a casa il risultato e quando Taddei batte Casillas di testa su cross di Tonetto la qualificazione sembra fatta.

E' il 73° e fanno festa i 6000 romani presenti nella capitale spagnola, ma passano solo 2 minuti e gli ex galacticos si rifanno sotto: Raul, partito da posizione nettamente di fuorigioco, fredda Doni con un preciso tiro di destro, riaprendo la partita. La Roma non si scompone, ma si vede che ha paura. Tuttavia sfrutta bene la superiorità numerica e non rischia più di tanto, fino ai 4 minuti di recupero finali: al secondo di questi il subentrato Panucci si guadagna un calcio di punizione dalla mediana che lui stesso batte; Vucinic ci mette la testa beffando Gago e Casillas e la Roma può così festeggiare senza inibizioni.

Dopo 5 anni e mezzo Madrid è di nuovo conquistata, come 12 mesi fa sono ancora quarti di finale: la squadra di Spalletti stasera ha forse definitivamente dimostrato di essere una grande del calcio europeo, il sogno pazzo della prima Coppa Campioni al Colosseo non è una utopia.

REAL MADRID-ROMA 1-2

MARCATORI: Taddei al 28°, Raul al 29°, Vucinic al 47°.
REAL MADRID: Casillas 5,5; Salgado 5 (Torres 5), Pepe 4,5, Cannavaro 6, Heinze 5,5; Diarra 6 (Drenthe 5,5), Gago 5; Baptista 6,5 (Soldado sv), Guti 5,5, Robinho 4,5; Raul 6,5. (Dudek, Marcelo, Balboa, Higuain). All. Schuster.
ROMA: Doni 6,5; Cicinho 6 (Panucci sv), Mexes 6,5, Juan 7, Tonetto 6,5; De Rossi 7,5, Aquilani 7; Taddei 7, Perrotta 6 (Pizarro 6), Mancini 5,5 (Vucinic 8); Totti 6,5. (Julio Sergio, Ferrari, Brighi, Giuly). All. Spalletti.
ARBITRO: Vassaras (Gre) 6.


Le migliori foto di Real-Roma 1-2

Le migliori foto di Real-Roma 1-2

Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2
Le migliori foto di Real-Roma 1-2

Fonti: gazzetta | alice

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: