De Rossi punzecchia l'Inter: "Le loro vittorie dipendono da altri fattori". Replica Moratti: "Sto perdendo la pazienza..."

Non passa settimana che non si parli di arbitraggi e il nuovo capitolo dei sospetti sull'Inter è stato aperto oggi da Daniele De Rossi. All'indomani del rigore fischiato ai nerazzurri contro la Reggina (dal replay sembra che il fallo avvenga fuori area) il giallorosso stavolta non ci va leggero:


Saremmo primi con qualche punto di vantaggio se le cose fossero andate come era giusto che andassero. Le vittorie dell'Inter non dipendono dalla Roma...e neppure dall'Inter! Ieri sera non ho visto l'episodio del rigore in televisione ma mi hanno chiamato in tanti per segnalarmelo. Continueremo a lottare perché siamo all'altezza dell'Inter.

In serata, dai microfoni Rai è arrivata la risposta del numero uno nerazzurro, Massimo Moratti: "Un conto è avere pazienza e un conto è perderla. Io stasera sono abbastanza stanco da perderla velocemente, quindi preferirei non sentire più queste cose". La stoccata del centrocampista romanista arriva dopo l'ennesimo acuto della squadra di Spalletti, capace di sbancare i giustizieri dell'Inter, il Napoli, davanti ad un San Paolo gremito.

Le dichiarazioni di De Rossi seguono le proteste piccate dello staff reggino, infuriato per il rigore concesso all'Inter. Foti ha parlato di regalo per il centenario dei nerazzurri, mentre più elaborata è stata la disamina del neo allenatore dei calabresi, Nevio Orlandi:


Siamo stati penalizzati da episodi dubbi, nonostante ciò Julio Cesar è stato il migliore in campo. Il rigore, inesistente, ci ha tagliato le gambe e da quel momento abbiamo fatto più fatica. Nel complesso sono soddisfatto del comportamento della squadra, abbiamo solo commesso qualche errore di troppo sotto porta.

  • shares
  • Mail
64 commenti Aggiorna
Ordina: