Lampard vuole conoscere il suo futuro e chiede chiarezza al Chelsea

L'argomento del giorno sui tabloid inglesi è l'insofferenza di Frank Lampard per la sua situazione contrattuale. Già più volte l'argomento è stato trattato, non a caso il Daily Mirror ha definito la vicenda "the second longest-running soap opera behind only Coronation Street", ma questa volta il centrocampista sembra intenzionato ad andare fino in fondo: o il rinnovo o l'addio.

"Sono stato contattato dalla società un po' di volte e mi hanno detto che mi avrebbero fatto un'offerta ma poi non è successo niente. Se per l'estate nulla sarà cambiato niente mi rimarrà un solo anno di contratto e questa non è la situazione in cui mi piacerebbe essere", sono chiare le parole dell'inglese, il Chelsea è avvisato.

Le richieste di Lampard sono abbastanza chiare, al momento guadagna 100.000 sterline alla settimana e vorrebbe arrivare a 130.000 per un contratto di circa 6 milioni di sterline all'anno. Non proprio noccioline, ma il giocatore ha più volte dimostrato il suo valore e i suoi 107 gol in 336 partite, che lo rendono uno dei migliori realizzatori blues di tutti tempi, parlano chiaro.

Dello stesso avviso anche il suo procuratore, Steve Kutner, che ha dichiarato al Sun: "Siamo disorientati e iniziamo a pensare che il Chelsea non voglia davvero Lampard. Se le cose restano così potrà lasciare il Chelsea quest'estate per 5 milioni di sterline per le regole FIFA oppure, nei termini dei nove mesi, firmare un precontratto e andare via alla fine della prossima stagione".

In realtà tra le parti era stato raggiunto un accordo per la modica cifra di 125,000 sterline alla settimana, ma l'abbandono improvviso di Mourinho ha fatto si che il centrocampista chiedesse di inserire una clausola che gli garantisse di poter andar via nel caso non si fosse trovato bene con il nuovo staff. Ovviamente il Chelsea non ha accettato e si è arrivati alla situazione di stallo attuale.

A complicare ulteriormente le cose sono le voci che vorrebbero i blues interessati a Diego del Werder Brema che sarebbe il sostituto ideale di Lampard. A questo punto è normale che le grandi squadre di mezza Europa siano pronte a presentare la loro offerta. Barcellona e Juventus in questo momento sembrano le più aguerrite, dalla Catalogna sono arrivate le sviolinate di Ronaldinho e da Torino non è mai stato fatto mistero della stima di Ranieri per l'inglese.

Non è da escludere però l'inserimento nella bagarre della ricca Inter di Moratti alla luce degli ultimi avvenimenti riguardanti il caso Mancini. Se a Milano dovesse arrivare Mourinho a quel punto sarebbe forte per Lampard la tentazione di raggiungerlo. Staremo a vedere come si evolverà la vicenda.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: