La prova tv inchioda Saudati, ma l'Empoli non ci sta

Per l'Empoli è arrivata un'altra batosta, ieri il giudice sportivo, avvalendosi della prova tv, ha inflitto tre giornate di squalifica all'attaccante Luca Saudati reo di aver rifilato un colpo proibito all'atalantino Talamonti. Per i toscani questa è certamente una notizia terribile, sono in piena lotta salvezza e domani ospitano al Castellani la Juve con un reparto offensivo chiaramente rimaneggiato.

Malesani
aveva già perso il preziosissimo Nicola Pozzi per infortunio al ginocchio e dovendo rinunciare anche a Saudati si troverebbe in seria difficoltà avendo a disposizione soltanto Volpato e il giovanissimo georgiano Mchedlidze. Molto probabile che la scelta cada sul primo che, almeno a giudicare dagli ultimi test amichevoli, pare essere molto in forma. Certo non sarà la stessa cosa, Saudati poteva garantire più affidabilità dall'alto della sua maggior esperienza.

Ma la società empolese comunque farà di tutto per annullare la decisione del giudice. E' stato già presentato ricorso e nella giornata di oggi se ne dovrebbe conoscere l'esito. La carta giocata è quella dell'involontarietà dell'attaccante, la speranza è quella di veder annullata interamente la squalifica, anche se nella motivazione della squalifica si parla appunto di "evidente intenzionalità del gesto".

E' meglio quindi non farsi troppe illusioni, al massimo si può sperare in una riduzione della pena ma non nella sua totale cancellazione. Saudati, in definitiva, quasi certamente non ci sarà contro la Juve ma potrebbe tornare per le due sfide successive, difficilissime, contro Roma e Sampdoria.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: