I misteriosi infortuni di Ronaldinho&Co

ron

Smascherato. Il Barcellona ha emesso un comunicato ufficiale rendendo pubblico che il giocatore brasiliano non presenta nessun tipo di lesione tendinosa né muscolare all’adduttore destro ed il tutto è stato verificato con una risonanza magnetica.

Ronaldinho quindi è sano, può allenarsi e perfino potrebbe giocare senza problemi anche se sostiene di sentire ancora dolore. Ieri il “crack” blaugrana ha fatto scalpore tra i tifosi e la stampa per essersi allenato la bellezza di 6 minuti sul campo della Masia, per poi proseguire all’interno dello stadio con trattamenti specifici.

L’ennesimo caso è scoppiato a causa della non convocazione contro l’Almeria sabato scorso e la sua esclusione è stata decisa in una riunione dal Segretario tecnico del Club e da Rijkaard per la condotta non professionale tenuta dal brasiliano nell’ultima settimana.
Dopo aver perso la partita chiave contro il Villareal domenica scorsa ha fatto le ore piccole partecipando a 2 feste (in una discoteca famosissima di Barcellona e poi in un hotel per il party di compleanno di Eto’o) nonostante il giorno dopo ci fosse allenamento.

La stessa storia si è ripetuta mercoledì sera, visto che nonostante i richiami ha presenziato alla festa di Leo Messi prima di partire per l’Argentina e questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. All’allenamento di giovedì Ronaldinho è arrivato in condizioni non idonee per sostenere un lavoro fisico, per cui lo staff tecnico ha deciso di farlo lavorare a parte nel famoso “gimnasio”. Da lì il comunicato in cui si dichiarava che l’asso di Porto Alegre soffriva di una lesione all’adduttore destro.

Il Barça, dopo l’amaro pareggio di domenica sera, ha deciso di vederci chiaro in questa situazione che si sta portando avanti da troppo tempo e ha dato delle risposte precise ai soci ed alla stampa: Ronaldinho non ha alcun infortunio. La tesi di chi sosteneva che la mancata presenza contro l’Almeria fosse un castigo del Mister pende quota.

Per correttezza va sottolineato che il brasiliano non è l’unico giocatore della squadra ad avere problemi disciplinari; ricordiamo il caso Marquez alle prese da un mese con un problema al piede, ma questo insopportabile dolore non gli impedisce di passare di discoteca in discoteca a ballare.

I soci del Barça chiedono a gran voce una presa di posizione seria della Società e del tecnico perché la situazione non può continuare in questo modo.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: