Lazio-Roma 3-2. La stoccata finale di Behrami fa scivolare a -7 dall'Inter i giallorossi



Stesso risultato dell'andata ma a parti invertite. Forse i tifosi delle due squadre romane firmerebbero volentieri pur di assistere ogni anno, a due stracittadine di tal livello emotivo, perché anche stavolta come all'andata, il prezzo del biglietto è valso lo spettacolo offerto dalle due squadre. Sembrano lontani i tempi dei derby pareggiati per "troppa paura" o peggio, dei derby mezzi acchittati. Lazio e Roma si sono affrontate a viso aperto e a dispetto delle diverse posizioni in classifica, il match è stato equilibrato e combattuto fino alla fine. (Foto - Video )

Prima dell'inizio Rocchi e Totti hanno deposto un mazzo di fiori sotto lo striscione raffigurante il volto di Gabriele Sandri, appeso sulla vetrata della curva Nord. Partenza tesa delle due formazioni, come era nelle previsioni. Il primo sussulto fa però venire i brividi ai giallorossi: punizione beffarda di Kolarov che Doni devia sulla traversa. I biancocelesti sono ben schierati in campo mentre la Roma stenta in attacco. Ma al 30esimo succede l'inenarrabile: incursione giallorossa sulla sinistra, palla molle che attraversa tutta l'area laziale e va a finire sui piedi di Behrami che rinvia sulla spalla di Taddei.

Pallone che entra beffardo all'angoletto alla destra di Ballotta. E' l'1-0 per la Roma. Il primo tempo si chiude con il pareggio laziale di Pandev, pronto a ribadire in rete un cross di Kolarov deviato da Doni. Nella ripresa la Roma prova a schiacciare in difesa la Lazio e spesso ci riesce. Ma al 13esimo da un velenoso cross del solito Kolarov diretto a Bianchi, con susseguente atterramento di quest'ultimo ad opera di Juan, nasce il rigore (dubbio) trasformato da Rocchi che porta la Lazio in vantaggio.

Immediata la replica romanista: sponda di Vucinic, palla a Totti che dal limite dell'area di rigore consegna un pallone d'oro a Perrotta che davanti a Ballotta non sbaglia. E' il 2-2. La Roma a questo punto ci crede e spinge sull'acceleratore. Divora una ghiotta occasione con Totti al 37esimo e proprio quando tutto lasciava presagire al pareggio arriva il goal di Behrami al 92esimo, dopo un tiro-assist di Mauri appena entrato. L'Olimpico biancoceleste esplode di gioia per una vittoria a dir poco incredibile, sia per il pronostico sfavorevole alla vigilia che per come è arrivata. Per la Roma solo tanti rimpianti.


La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2

La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2

La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2
La Galleria Fotografica di Lazio - Roma 3-2

LAZIO-ROMA 3-2 (primo tempo 1-1)

MARCATORI: 30' pt Taddei, 44' pt Pandev, 13' st Rocchi rig., 47' st. Behrami

LAZIO (4-3-3): Ballotta, De Silvestri (21' st Mutarelli), Siviglia, Cribari, Kolarov; Dabo (38' st Mudingayi), Ledesma, Behrami; Pandev, Bianchi, (27' st Mauri), Rocchi (Muslera, Rozehnal, Meghni, Tare). All.: Delio Rossi

ROMA (4-2-3-1): Doni, Cicinho, Mexes, Juan, Cassetti (43' st Panucci); De Rossi, Aquilani; Taddei (21' st Giuly), Perrotta, Vucinic (38' st Mancini); Totti (Curci, Ferrari, Brighi, Pizarro, Mancini). All.: Spalletti

ARBITRO: Morganti

NOTE: terreno in condizioni molto buone, spettatori 70 mila circa. Angoli: 5-5 Recupero: 1' e 5', ammoniti Kolarov, Siviglia, Dabo, Juan, Aquilani, Mexes per gioco scorretto. Prima della partita fiori dei due capitani sotto la curva della Lazio in ricordo di Gabriele Sandri

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: