La magica notte di Lavezzi: doppietta e contratto nuovo



Quella di ieri è stata proprio una notte magica per Ezequiel Lavezzi, meglio conosciuto da tutti come "el Pocho". L'argentino ha guidato il suo Napoli alla vittoria contro la Fiorentina (video) siglando entrambi i gol che hanno portato alla vittoria. Il pubblico del San Paolo, al momento della sua sostituzione, gli ha tributato un lunghissimo applauso, tanto che lo stesso giocatore si è detto commosso, e sotto il Vesuvio si ritorna a sognare.

I tifosi del Napoli oltre ai tre punti di ieri sera hanno anche un altro motivo per festeggiare: un raggiante Pierpaolo Marino ha infatti annunciato a fine partita che il gioiellino, erede di Maradona, ha prolungato il suo contratto di un altro anno, decidendo così di restare a Napoli fino al 2013. A Soccavo blindano così il giocatore che dopo le ottime prestazioni era già finito nel mirino di molte grandi società, un segnale di lungimiranza che i tifosi non possono non interpretare con ottimismo.

A suggellare la storia d'amore anche le parole dello stesso Lavezzi: "Questa è stata una vittoria importante, la vogliamo dedicare a Zalayeta. Sono molto soddisfatto per la doppietta, segnare davanti a questo pubblico è fantastico, mi sono emozionato quando hanno festeggiato i gol e mi hanno applaudito per la sostituzione. Spero di togliermi grandi soddisfazioni con questa maglia.Qui ci voglio rimanere a lungo e fare ancora tanti gol".

Il suo attaccamento alla città non è certo una novità e questa firma non è altro che la punta dell'iceberg, poco tempo fa in un'intervista aveva dichiarato: "Qui a Napoli mi sento in una terra sacra. I tifosi sono fantastici, ci adorano. Non riesco a immaginare cosa succederebbe se il Napoli vincesse lo scudetto. Quando sono per strada, mi riconoscono subito e in cinque minuti mi ritrovo in mezzo a cento persone. Napoli è impressionante".

Lavezzi ama Napoli e Napoli ricambia come solo lei sa fare, la parola scudetto sicuramente farà venire la pelle d'oca a molti tifosi ma chissà che un giorno il tricolore non ritorni davvero nel golfo, magari proprio sotto il segno di Ezequiel Lavezzi che già fa "battere il corazon" ai suoi tifosi come ai tempi belli e andati. La dirigenza azzurra sta lavorando alacremente per riportare questa società e questa città agli antichi splendori, non resta che aspettare i frutti di questo duro lavoro.

  • shares
  • Mail
51 commenti Aggiorna
Ordina: