I dilettanti del Carquefou eliminano il Marsiglia in Coppa di Francia

Seconda storica impresa in poco più di un mese per i dilettanti del Carquefou in Coppa di Francia. La squadra dell'omonima cittadina della Loira, situata a pochi chilometri da Nantes, che naviga nelle zone basse della classifica nel campionato di quinta divisione (la nostra Serie D), dopo aver eliminato nei sedicesimi di finale il Nancy, ha fatto fuori un'altra formazione della Ligue 1, questa volta addirittura il titolato Marsiglia, sconfitto con il risultato di 1-0.

Eroe della serata il senegalese N'Doye che, dopo soli sette minuti, ha trafitto il portiere dei marsigliesi su un preciso assist di Le Paih; poi ottantatrè lunghissimi minuti di assedio da parte degli uomini di Gerets che, nonostante schierassero in campo buona parte della formazione titolare, hanno sbattuto contro il muro difensivo eretto dagli avversari, salvati più volte dai miracolosi interventi del proprio portiere, ma comunque capaci anche di pungere in contropiede.

Non si tratta del primo "miracolo" nella storia della competizione transalpina; nel 2000 il Calais, anch'esso squadra appartenente alle categorie dilettantistiche, giunse sino in finale prima di cedere con onore al Nantes, mentre in altre due occasioni, precisamente nel 1949 e nel 2004, l'Arras e lo Shiltigheim si qualificarono ai quarti.

La straordinaria performance di questa "piccola" squadra, come anche gli ottimi risultati ottenuti da compagini di categorie inferiori nell'FA Cup inglese, potrebbe rappresentare uno spunto di riflessione per FIGC e Lega Calcio sull'opportunità di mantenere il format attuale della Coppa Italia, francamente piuttosto inefficace, che nega alle formazioni meno titolate la possibilità di ritagliarsi un posticino nella storia di questo sport e che quest'anno rischia di vedere la stessa finale addirittura per la quarta stagione consecutiva.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: