Aragones: "Dobbiamo imitare l'Italia. Insieme alla Francia è la vera favorita dell'Europeo"

Vola basso con la sua Spagna Luis Aragones a poche ore da una delle due amichevoli clou di mercoledì 26 marzo (l'altra è Francia-Inghilterra). Diversamente dalle opinioni non proprio benevole di molti giornalisti spagnoli sul calcio italiano, il commissario tecnico delle furie rosse loda senza mezzi termini il movimento calcistico della penisola. Non crede ad una Spagna favorita per i prossimi europei e include, tra i suoi giocatori preferiti, alcuni giocatori allenati da Donadoni:

Le favorite per la vittoria finale sono sempre le stesse, Italia e Francia. La Spagna ha vinto pochissimo e per questo non può essere favorita; giocando al 100% possiamo toglierci qualche soddisfazione. Nella nazionale italiana giocano centrocampisti fortissimi dal calibro di Pirlo e De Rossi e nonostante l'assenza di gente come Totti, Inzaghi e Del Piero, l'Italia dispone di calciatori molto fisici e dotati di grande intelligenza. Chi scelgo tra Casillas e Buffon? Iker è il mio miglior giocatore ma Buffon ha già dimostrato di che pasta è fatto...

Quindi Aragones passa alla piccola tiratina di orecchie verso i denigratori del calcio italiano:

Qui spesso si sentono critiche anche severe verso il calcio italiano, io penso che l'unica cosa da fare sia imitare gli italiani perché hanno una categoria impressionante di giocatori. Per me nel mondo dopo il Brasile c'è l'Italia, gli azzurri non giocano in maniera scriteriata e sono una squadra dal grandissimo acume tattico che preferisce non subire nemmeno un goal che segnarne sette. Gennaro Gattuso? Un altro grande giocatore che potrebbe insegnare cosa significa il sacrificio.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: