Delio Rossi: "Strano che domani in molti faranno il tifo per noi ..." - Spalletti: "Se la Lazio perde va a -30..."

Un po' di pepe nelle dichiarazioni di due allenatori impegnati negli anticipi di campionato del sabato. Stranezze da capitale ove il derby si vive per 365 giorni l'anno, a lanciarsi frecciatine a distanza sono stati due tecnici che domani non si incroceranno sul campo; però almeno uno di questi (Spalletti) vivrà in maniera interessata il match dell'altro (Rossi). A lanciare il primo sasso è stato Delio Rossi nella conferenza stampa del pomeriggio:

Il problema non è dei nostri tifosi che stanno mantenendo una linea coerente ma degli altri che stanno facendo discorsi preventivi. Ognuno deve pensare alla propria squadra, sembra che domani qualsiasi risultato verrà fuori l'Inter perderà il campionato. Adesso tutti fanno il tifo per la Lazio quando fino a qualche giorno ci volevano morti o in serie B. Ci giochiamo noi contro l'Inter mica gli altri.

Non si è fatto pregare l'allenatore biancoceleste alla fatidica domanda su chi preferirebbe vedere, tra Inter e Roma, con il tricolore sul petto. "Chiaro che da tifoso laziale preferisco che lo scudetto lo vinca l'Inter, mica posso augurarmi che lo vinca la Roma? La migliore tra le due dal punto di vista del gioco? L'Inter, perché se vinci vuol dire che hai qualcosa in più."

Non si è fatta attendere la replica abbastanza stizzita dell'allenatore giallorosso:

Non me ne frega nulla di Lazio-Inter, io penso alla mia squadra. Certo che se poi la Lazio perde va -30 e non sarebbe così male per noi. La possibilità che la Lazio fermi l'Inter esiste, sono una squadra forte che ha fatto investimenti importanti, poi Delio Rossi, aldilà di qualche comportamento, è un grande allenatore. Contro il Cagliari sarà dura per noi, i sardi nelle ultime cinque partite hanno raccolto cinque vittorie e un pareggio. I 3 punti che gli hanno restituito sono una manna dal cielo per il morale della squadra di Ballardini.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: