La vittoria del Real riporta il sorriso a Mourinho

La vittoria del Real Madrid in Champions League contro il Manchester City è una di quelle che giungono al momento giusto. In casa dei blancos c'era infatti bufera negli ultimi giorni, creata e poi placata da Mourinho, ma tra le prime dichiarazioni e la rettifica, le critiche rivolte allo Special One non erano mancate.

Anche in questa situazione Mourinho ha avuto dalla sua un pizzico di fortuna che gli ha permesso tramite i risultati di aver ragione delle sue dichiarazioni. L'allenatore del Real aveva infatti rettificato che con il Siviglia la squadra non c'era stata, ma con il City la storia sarebbe stata differente e così è stato. Le dichiarazioni gioiose di Mourinho fanno sembrare che per ora la pace è fatta.

Proprio a seguito della vittoria in rimonta col City, Mourinho ha sottolineato il suo giusto pronostico dichiarando: "Siamo tornati squadra". Sviluppando poi ulteriormente il suo pensiero in chiave critica e costruttiva aggiungendo: "Sì, siamo tornati a essere una squadra. Ma la domanda è: se possiamo giocare così contro il City e il Barcellona, perché non farlo in tutte le partite? Non ho sofferto tanto. Soffro di più quando la squadra non è in campo... Il Real ha una storia incredibile e può anche subire una sconfitta, però sarebbe stato duro stasera accettare un k.o. stasera, visto che la nostra è stata l'unica squadra a voler vincere". Anche il piccolo giallo per il relegato in panchina Sergio Ramos, portavoce del dissenso dei giocatori per le critiche dei giorni scorsi di Mourinho, è stato liquidato con semplicità dal tecnico portoghese che ha commentato: "E' stata una decisione puramente tecnica. Non c'è stato alcun problema disciplinare con Sergio". Insomma, la vittoria del Real ha cancellato il polverone e le paure e ora si è di nuovo tutti amici e soprattutto vincenti.

L'antagonista della vicenda Roberto Mancini, ha invece qualche rimpianto. Pur non essendo per lui vitale questa vittoria ai fini della sua carriera a breve termine, l'ex goldenboy di Jesi ci teneva comunque parecchio alla partita e certamente a suo avviso i Citizens non meritavano certo la sconfitta. Per due volte in vantaggio, i suoi si sono fatti recuperare, ma questo non è certo colpa dell'inesperienza secondo Mancini, che ha precisato: "Abbiamo giocato meglio di loro nel primo tempo, può capitare. L'errore che abbiamo fatto è stato andare un po' indietro. City poco esperto? Noi i giocatori esperti li abbiamo, sono tutti nazionali e che le partite di Champions sono difficili, quando sei in vantaggio se concedi l'1 contro 1 a Ronaldo troppo vicino all'area può essere pericoloso. Una lezione? Spero di sì. Non che non ci possa stare perdere qui, ma per come si era messa non dovevamo perdere". Pur non avendolo fatto di proposito, Mancini potrà consolarsi con le cose positive che il suo Karma dovrebbe portargli per questa buona azione nei confronti del Real in crisi.

Foto | © TM News

  • shares
  • +1
  • Mail