Chelsea-Juventus 2-2 | Tele e radiocronaca Repice, Zuliani, Paolino | Video

La Juventus esordisce con un pareggio nella Champions League 2012/2013. E' un risultato preziosissimo per come si era messa la partita e la rimonta da 0-2 esprime alla perfezione il carattere di questa squadra dura a morire. Uno dei simboli di questo risultato positivo conseguito allo Stamford Bridge è sicuramente Fabio Quagliarella subentrato a Giovinco nel quarto d'ora finale. L'attaccante napoletano, oltre alla rete del pareggio, ha sfiorato il clamoroso gol del 3-2 che avrebbe fatto esultare di gioia i 3mila tifosi juventini presenti sugli spalti.

Carrera, a fine gara, ha elogiato Quagliarella: "Fabio ha dimostrato che la Juve ha bisogno di tutti, ha fatto una gran cosa e poteva addirittura fare il gol del vantaggio. Siamo contenti di essercela giocata alla pari con il Chelsea e di aver recuperato questa partita. Da domani pensiamo al campionato. I gol subiti? Il primo l'abbiamo preso in dieci, il secondo è stato un eurogol e l'accettiamo".

Più deluso il tecnico dei blues, Roberto Di Matteo, a fine partita. La doppietta del brasiliano Oscar (superba la partita di questo giocatore arrivato in estate al Chelsea) ha illuso i londinesi: "Dovevamo cercare di più il terzo gol, la condizione fisica è buona, ma abbiamo fatto un errore sul secondo gol perdendo un possesso palla molto semplice. Oscar è stato perfetto, era la partita giusta per lui. E' stata una buona partita giocata bene da tutte e due le squadre. Pirlo detta i tempi della squadra ed era importante non darli spazio".


  • shares
  • +1
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: