D. Rossi: "Serve testa e cuore" - Mancini: "Non faremo regali, vogliamo la finale"

Una partita che salverebbe la stagione per una squadra, un intermezzo infrasettimanale da onorare ma che risulta quasi fastidioso per l'altra. Sembrerebbe questa l'estrema sintesi delle dichiarazioni dei due tecnici che si apprestano a fronteggiarsi stasera all'Olimpico di Roma. Inutile sottolineare che la coppa Italia, snobbata all'inizio, diventa appetibile quando le squadre si avvicinano al traguardo finale.

Per la Lazio lo è ancor di più perché le consentirebbe di accedere alla coppa Uefa, per l'Inter, questa partita, può diventare un'occasione che i giocatori meno utilizzati da Mancini potranno sfruttare. Le parole di D. Rossi a poche ore dal fischio d'inizio:


La partita? Un impegno importante che ci consentirebbe di raggiungere da una porta laterale quello che ci è sfuggito da quella principale. Ma non è la partita della vita perché non decide le sorti di nessuno. Guai se fosse così!. Troveremo di fronte l’Inter che schiererà la miglior squadra possibile. Certamente non una Inter 2 come sento vociferare. Una squadra piena di campioni che per superare dovremo giocare una partita perfetta in tutti i reparti. La Lazio per giocare bene e vincere non si può permettere di giocare una partita tattica, come, invece, può fare l’Inter in virtù della sua esperienza e dei campioni che è in grado di mettere sempre in campo.


L’Inter può conseguire il massimo risultato con il minimo sforzo. La Lazio deve giocare da Lazio, cioè tenendo sempre alto il ritmo della partita, così come ha fatto l’anno scorso ed in varie occasioni anche quest’anno: testa e cuore e ribattere colpo su colpo. Altrimenti può finire per subire l’eventuale gap tecnico. Non credo dunque che possa concludersi 0-0 ( un risultato insidioso) ed andare ai supplementari ed a i calci di rigore.

La velocità di Suazo può creare grossi problemi?
"Io mi auguro che sia la velocità dei miei attaccanti a creare problemi all’Inter! Io sono un tipo burbero ma ottimista. Ho una grande stima per i miei giocatori".
Tornerà il tridente?
"E’ una possibilità. Sto recuperando giocatori all’ultima ora e devo ragionarci sopra. Sicuramente tutti i convocati ( compreso Behrami, Radu ed altri che vengono da infortuni) hanno le carte in regola per scendere in campo."
Importante il sostegno del pubblico?
"Direi fondamentale. E' dimostrato che nelle partite importanti il sostegno dei nostri tifosi cio ha dato una mano. Per loro domani anche una occasione per gioire e dimenticare le cose brutte!"

Mancini lascia intendere che i dubbi sulla formazione non sono ancora stati sciolti.
Come vivrete la partita di domani sera contro la Lazio? Non vi disturba in vista della gara di domenica contro il Siena?

No, anzi credo che sia anche positivo giocare subito. In primo luogo ci teniamo ad andare in finale di Tim Cup e faremo di tutto per vincere la partita nonostante qualche giocatore non ci sarà per riposo. E poi è una partita che viene dopo una sconfitta, in questi casi è preferibile andare subito in campo per riprendere a fare bene e non c'è nulla di meglio di una semifinale di Coppa Italia.


Se questa partita rappresenta una fatica in più in vista del campionato? Come ho detto prima, non direi. Siamo in semifinale, per forza la partita doveva arrivare in questo momento o al massimo settimana prossima. È meglio giocarla ora, poi qualcuno riposerà. Ma chi andrà in campo avrà voglia di giocare e farlo fa sempre piacere, soprattutto se le partite valgono qualcosa come quella di domani sera. Deciderò con calma tra oggi e domani chi far riposare

Che Lazio si aspetta domani sera?

Mi sembra che loro stiano preparando questa partita da qualche settimana: chiaramente, essendo a metà classifica, per loro sarà importantissimo fare bene domani. La gara di andata, nella quale noi avevamo comunque cambiato molto, è finita e potevamo vincere sia noi che loro. Domani sarà uguale e noi cercheremo di andare in finale, non vogliamo regalare nulla a nessuno.

Probabili formazioni:

Lazio (4-3-1-2): 32 Ballotta; 29 De Silvestri, 13 Siviglia, 25 Cribari, 8 Zauri; 6 Dabo, 24 Ledesma, 85 Behrami; 19 Pandev, 9 Bianchi, 18 Rocchi. A disp. 1 Muslera, 2 Radu, 3 Kolarov, 5 Mutarelli, 26 Mudingayi, 11 Mauri, 17 Tare. All. Rossi

Inter (4-4-1-1): 1 Toldo, 16 Burdisso, 24 Rivas, 23 Materazzi, 6 Maxwell, 21 Solari, 14 Vieira, 30 Pele`, 31 Cesar, 11 Jimenez, 29 Suazo. A disp. 51 Belec, 26 Chivu, 40 Fatic, 36 Bolzoni, 19 Cambiasso, 50 Siligardi, 45 Balotelli. All. Mancini

Arbitro
: Saccani di Mantova.

(parti di trascrizione delle interviste sono tratte da www.sslazio.it e da www.inter.it)

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: