Pericolo zecche a Baden, tutti gli azzurri vaccinati

Nei paesi d'oltralpe c'è un insetto molto pericoloso che vive nei prati, la sua puntura potrebbe trasmettere anche la meningo-encefalite. Ovviamente Baden, la sede del ritiro azzurro, non ne è immune per questo tutti gli azzurri compreso lo staff tecnico dovrà essere vaccinato. Questo aspetto è stato discusso durante l'ultimo workshop della UEFA in preparazione dell'Europeo di Austria e Svizzera.

Il medico della nazionale, Paolo Zeppilli, ha tranquillizzato tutti confermando che la nostra federazione non si farà trovare impreparata di fronte a questo allarme. Ha poi spiegato che per questo tipo di vaccino ci sono tre tipi di profilassi, una lunga sei mesi, una media con punture a partire da un mese prima e una breve di tre settimane, in Italia si è optato per la secondo ritenuta sufficientemente efficace.

Le conovocazioni saranno diramate dopo il 18 maggio, mancano quindi poco più di dieci giorni, per questo la federazione ha già dovuto contattare tutte le società con calciatori potenzialmente interessati attraverso un'informativa nella quale si mette in risalto come questo vaccino sia fortemente consigliato anche se non obbligatorio e viene indicato aprile come termine ultimo. Le società si sono poi dovute interessare sui modi e i tempi di vaccinazione anche se lo staff medico azzurro ha dato completa disponibilità anche nel reperimento del farmaco stesso.

Il listone di destinatari comprende 57 giocatori ma nulla può suggerirci sulle idee di Donadoni, il criterio scelto è stato infatti quello di scrivere a tutti i giocatori convocati almeno una volta dall'inizio delle qualificazioni a Euro 2008. Così in questo elenco troviamo Alessandro Del Piero, Filippo Inzaghi e Antonio Cassano, ma anche Alessandro Nesta che come sappiamo ha detto addio alla nazionale. Per conoscere i 22 nomi azzurri, purtroppo, ci sarà ancora da aspettare un paio di settimane.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: