Berlusconi lascia la presidenza del Milan

Silvio Berlusconi lascia la presidenza del Milan

La storia si ripete. Ed ecco che ancora una volta, a pochi giorni dal trionfo elettorale, Silvio Berlusconi si trova costretto a rinunciare alla Presidenza del suo amato Milan. Era già successo, all'epoca del suo precedente mandato quando, suo malgrado, pressato da ogni dove al grido di "conflitto di interessi", aveva lasciato il timone della società rossonera.

Allora, la carica restò vacante, una sorta di atto dovuto da parte di Adriano Galliani che, di fatto ne assunse gli oneri, quasi a non voler ledere la maestà dell'allora, e attuale, Presidente del Consiglio. Questa volta, Berlusconi se ne è andato sottovoce, preannunciandolo. Senza polemiche.

I maligni, e forse i realisti, dicono che non cambierà nulla, che è solo un atto di forma. I più attenti alle statistiche, e gli scaramantici, hanno già fatto notare come, l'ultimo Derby vinto dal Milan prima di quello della passata domenica, era con l'attuale capo dell'esecutivo al potere. Cambiato il governo, solo successi nerazzurri. Fino a domenica appunto. Staremo a vedere.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: