Napoli: il primo colpo si chiama Tomas Costa

Napoli, Tomas Costa Tomas Costa, 23 anni (è nato a Rosario il 30 gennaio 1985), laterale di fascia destra del Rosario Central, è il primo colpo per la prossima stagione del Napoli di De Laurentiis. L'argentino, molto duttile, capace di ricoprire anche più ruoli, è costato 4,7 milioni di euro e, secondo indiscrezioni, firmerà un contratto che lo legherà alla società azzurra per i prossimi cinque anni. (Video di Tomas Costa)

Grande colpo per gli azzurri e soprattutto per Pierpaolo Marino che ha spiazzato la concorrenza di Roma, Porto, Udinese e Genoa, società che erano davvero molto interessate al giocatore. Tomas Costa è un esterno destro dai piedi buoni e dalle caratteristiche offensive, peculiarità che hanno indotto molti giornalisti a paragonarlo al milanista Cafu.

Dal punto di vista tecnico-tattico c'è però qualche riserva in quanto è molto difficile inquadrarlo in quelli che sono gli scacchieri tattici consueti del calcio europeo. Come posizione di partenza potrebbe essere definito un esterno, ma non sembra essere un’ala pura e ancor meno un tornante in stile 3-5-2, perché è più verosimilmente definibile come un incursore. Predilige l’inserimento per vie centrali, con un’ottima capacità di vedere e di attaccare gli spazi ma allo stesso tempo decisamente poco freddo in zona gol.

Nel campionato di Apertura Costa ha collezionato 17 presenze e ha realizzato una sola rete, in quello di Clausura, in pieno svolgimento, ha giocato 12 partite su 13. Velocità, grinta, cross bassi e taglienti conditi da repentini cambi di gioco sono le armi migliori del giovane calciatore argentino.

Questo è il primo acquisto secondo la filosofia di De Laurentiis che sentiva la necessità di infoltire le fasce. Sarà sempre più un Napoli che balla il tango? D'altra parte la storia insegna.


  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: