Coppa Uefa: stasera Zenit-Rangers per la finale

Finale Coppa Uefa Questa sera, a Manchester dove, nel 2003, fu disputata la storica finale tutta tricolore della Champions League tra Milan e Juventus, si assegnerà la ben meno fascinosa Coppa Uefa. A contendersi il trofeo povero d'Europa, Zenit S. Pietroburgo e Rangers Glasgow. Lo stadio però, non è il celebre Old Trafford bensì, il City of Manchester.

La sempre meno appetibile manifestazione, arriva all'atto finale con le comparse in vece degli attori principali. Fino a pochi giorni fa, tutta Europa era pronta a scommettere su una finalissima Bayern Monaco-Fiorentina, probabilmente le due formazioni più forti e meritevoli, che avrebbero sicuramente dato maggior prestigio ad un trofeo che in passato ha dato molte soddifazioni ai club italiani.

Invece, in semifinale è accaduto l'imponderabile: i panzer tedeschi del capocannoniere Luca Toni (al pari di Pavel Pogrebnyak dello Zenit, squalificato questa sera) sono stati massacrati in terra russa con un umiliante 4-0 che fa della formaizone dell'Est la favorita per la vittoria finale. Il giorno prima, la Viola veniva malamente e ingiustamente estromessa ai calci di rigore da un Rangers catenacciaro come non mai.

Ecco perchè la partita di questa sera non solletica il palato dei calciofili italiani. Ecco perchè si dia più spazio al calciomercato e alle liti di spogliatoio che al calcio giocato. La gara, che verrà trasmessa da La7, è comunque molto attesa dalle rispettive tifoserie, poco avvezze ad alzare coppe in campo internazionale.

Sono 100.000 i tifosi scozzesi che, carichi di birra, stanno affollando le strade della vicina Manchester, in contrapposizione ai ben più esigui tifosi russi che devono sobbarcarsi un viaggio sette volte più lungo. Situazione di svantaggio che però, non preoccupa il Mister dello Zenit, l'ottimo Dick Advocat che, per altro, risulta essere anche un ex. Questa la sua dichiarazione sobria ed equilibrata:

"Entrambe le squadre meritano rispetto; abbiamo entrambe battuto alcune delle migliori squadre al mondo".

Da spettatori (?) neutrali, ci interessa solo che sia una bella partita: spettacolare, intensa e ricca di goal ed emozioni. In attesa che, l'anno prossimo, la Coppa Uefa venga nobilitata dalla caduta di alcuni dèi quali il Milan, che vinca il migliore.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: