Milan, il mercato continua a parlare francese

Hugo Lloris, portiere francese

Sembra che la prima parte del mercato rossonero riesca a parlare solo il francese. Dopo Mathieu Flamini pare che il prossimo acquisto ad essere ufficializzato dal Milan sia quello del giovane portiere del Nizza, Hugo Lloris. Nato il 26 dicembre del 1986, alto 186 cm, ha vestito anche la maglia della nazionale maggiore. Con Dida che rescinderà consensualmente il contratto, incassando una penale da 5 milioni, le chiavi della porta milanista saranno affidate a lui.

Il costo dell'operazione si aggirerebbe intorno ai 7 milioni di euro e sembra che proprio in queste ore un entourage si sia spostato da via Turati in costa azzurra per chiudere il tutto. Continuerebbe così l'opera di ringiovanimento del Milan per la prossima stagione e per un giovane che arriva due "vecchietti" sono in procinto di partire. Trattasi di due brasiliani di lungo corso, Cafù e Serginho.

Se per "pendolino" si prospetta un ritorno in patria per chiudere la carriera, per l'esterno sinistro si parla di appendere subito le scarpette al chiodo, decisione pare condizionata dagli innumerevoli problemi alla schiena di questi anni. Dopo 9 stagioni e più di 200 presenze in rossonero, il "concorde", ormai 37enne, lascia la famiglia di Milanello.

Tornando alla voce "entrate", dopo le indiscrezioni riguardanti l'ultima offerta per Ronaldinho, 25 milioni, oggi giunge di nuovo dalla Spagna l'interessamento del Milan per Samuel Eto'o L'attaccante pare non rientrare nei piani del neo-tecnico Guardiola che vorrebbe a tutti i costi Huntelaar dell'Ajax.

Intanto non vengono confermate, dal suo procuratore, le indiscrezioni sull'interessamento dei rossoneri per il "nuovo De Rossi", Silvano Raggio Garibaldi, classe '90 ora in forza al Genoa. Il bistrattato Yoann Gorcuff ottiene una piccola rivincita, infatti è stato inserito da Domenech nella lista dei pre-convocati per gli europei, una fiducia che solo Carlo Ancelotti non riesce a dargli. Tanti nomi si rincorrono per la gioia dei tifosi e per fortuna la maggior parte di loro sono di giovani promesse.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: