Udinese-Milan 2-1 | Telecronache di Crudeli e Pellegatti | Video

In quel di Udine il Milan non riesce ad uscire dal tunnel in cui ci si è infilato da qualche settimana e imbarca un'altra sconfitta che porta la firma dello spilungone svedese Mathias Ranegie e di Antonio Di Natale su rigore. A nulla è valso il bel gol del momentaneo pareggio segnato da El Shaarawy. Il tempo per raddrizzare la rotta non manca, ma quella dei rossoneri sta diventando una situazione preoccupante perché oltre ai risultati deludenti il gruppo scricchiola anche sotto il profilo della tenuta mentale.

I sostenitori non nascondono le preoccupazioni come testimoniano questi due spezzoni di telecronaca di Tiziano Crudeli e Carlo Pellegatti, telecronisti tifosi del club rossonero. In settimana Sportmediaset ha rivelato di una telefonata tra Adriano Galliani e Silvio Berlusconi in cui i due avrebbero ipotizzato l'esonero di Massimiliano Allegri in caso di un nuovo risultato negativo a Udine. Sarà vero? Lo scopriremo già da domani o dai prossimi giorni (il Milan ospiterà il Cagliari nel prossimo turno di campionato infrasettimanale). L'a.d. Galliani, dopo il tonfo in Friuli, ha tranquillizzato Allegri:

"Allegri gode della mia fiducia e di quella del presidente Berlusconi. Il Milan ha giocato meglio assolutamente, ho visto una squadra in miglioramento. Ora aspetto mercoledì la prima vittoria, anche se San Siro quest'anno sembra stregato per noi e per l'Inter. Molto bello il gol di El Shaarawy, l'Udinese si è spaventata come l'anno scorso, poi invece abbiamo preso gol su palla inattiva. Andiamo avanti con questo allenatore; 162 punti in due anni sono tanti, la squadra si è battuta anche in nove e dimostra attaccamento al tecnico. Così anche noi. E' un anno nel quale la fortuna sembra girarci le spalle, ma siamo solo alla quarta giornata. E' presto".

E Allegri, almeno per il momento, non può che essere abbastanza sollevato dopo questa notizia:

"Il Milan ha confermato la fiducia nei miei confronti? Parlare di un mio esonero non ha senso: di questo dovete parlare con la società. Da parte mia non c'è alcun problema. Mancano di certo i risultati. Oggi, per esempio, è arrivata una sconfitta, ma abbiamo fatto una gara discreta. Abbiamo commesso qualche errore, come in occasione del rigore decisivo e dobbiamo lavorare proprio per evitare gli errori. Nelle partite con l'Atalanta e la Sampdoria e oggi con l'Udinese abbiamo sempre compromesso le nostre prestazioni con qualche disattenzione. Cercheremo di stare più attenti in futuro; ma, ripeto, oggi la prova è stata discreta. In più ho visto un buon atteggiamento della squadra e dei ragazzi, anche e soprattutto quando eravamo in nove. Basta parlare di chi è partito. È una stagione diversa: abbiamo tanti giocatori nuovi e abbiamo bisogno di tempo, anche per recuperare qualche infortunato. Comunque, la squadra è migliorata e io sono sereno. Abbiamo perso, ma dopo aver visto la squadra giocare così con coraggio, in nove, sono cose che ti danno forza e ti fanno crescere l'autostima".

  • shares
  • +1
  • Mail