Parma-Inter 0-2: Ibrahimovic regala il tricolore ai nerazzurri



Ci voleva lui, lo svedese Zlatan Ibrahimovic, per sbloccare il risultato del Tardini: sotto una pioggia incessante il numero 8 interista ha trovato la doppietta vincente nella ripresa. Partito dalla panchina e fuori da un mese e mezzo per infortunio, il protagonista alla fine risulta il giocatore che più di tutti ha segnato in questo campionato per la squadra di Massimo Moratti, un giocatore che ha letteralmente "regalato" lo scudetto all'Inter e che ha spedito il Parma in Serie B (prima storica retrocessione dalla A alla B per i ducali) (Fotogallery).

Il match è iniziato con i sentori di un clima teso e pesante fuori dall'impianto parmigiano: scontro fra tifosi e forze dell'ordine, oltre alla preoccupazione per una partita che vale una stagione anche il patema che dai piedi dei 22 in campo dipende la sicurezza fuori dallo stadio. In più ci si mette la pioggia che in Emilia batte forte, come in nessun altra parte d'Italia. Ma tant'è, Rocchi fischia l'inizio e così le due squadre affrontano la gara pensando solo ai 3 punti, necessari per entrambe le formazioni. Ma come preventivabile la gara è tesa, il terreno non aiuta, la posta in palio troppo alta; così le vere occasioni nella prima frazione sono solo due.

La prima capita sui piedi di Morrone sugli sviluppi di un calcio d'angolo: il centrocampista del Parma si trova la palla sui piedi in area piccola ma sparacchia su un superlativo Julio Cesar. Tanti gli interventi al limite della regolarità, Rocchi ha il suo bel da fare per tenere buoni gli animi, Manzo e Mancini dalle panchine si inzuppano; anche gli ospiti sfiorano il vantaggio con una bella iniziativa di Balotelli che mette in mezzo e Cruz per poco non ci arriva, poi Pavarini si salva. Il vantaggio romanista in quel di Catania dopo pochi minuti mette un po' di strizza all'Inter, Rocchi fischia la fine del primo tempo e la Roma sarebbe campione d'Italia.

Ma c'è da fare i conti con Ibrahimovic: al minuto 51 sostituisce uno spento Cesar e molti pensano che la gara potrebbe inesorabilmente cambiare; già all'andata due suoi gol avevano regalato 3 punti pesantissimi ai milanesi. E infatti subito si rende pericoloso, dopo un minuto scarica un destro forte ma un po' largo, di poco alla destra di Pavarini. Al 62° però centra la porta: se ne va dopo una palla persa da Gasbarroni e segna uno dei gol più pesanti della sua carriera. E' festa anche a Catania, ma l'Inter vuole chiudere il match, Balotelli e lo stesso Zlatan si fanno parare le loro conclusioni da Pavarini, il Parma ci prova con la disperazione e si fanno pure vedere dalle parti di Julio Cesar ma non pungono; Lucarelli va giù dopo uno scontro col portiere nerazzurro e Coly e Materazzi si strattonano: Rocchi non se la sente di fischiare il rigore, lo sconforto inizia ad impossessarsi dei padroni di casa.

E la frittata è completa quando l'Inter raddoppia: Maicon fa un cross perfetto che trova lo svedese pronto per metterla dentro, è festa Inter. C'è il tempo per l'espulsione di Oriali, al Parma finisce la benzina. E il pareggio del Catania chiude definitivamente i conti: Inter campione d'Italia per la sedicesima volta (quindicesima sul campo) e Parma in B dopo 18 anni ad alti livelli nel massimo campionato. Ora solo Inter e Siena non sono mai retrocesse dalla A alla cadetteria. La consegna dello scudetto avverrà questa sera alle 21 a San Siro, Matarrese in persona incoronerà l'Inter. Finisce qui uno splendido campionato, lo vince chi probabilmente lo meritava più di tutti.

PARMA-INTER 0-2 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: Ibrahimovic al 17’ e 34’ s.t.
PARMA (4-3-2-1): Pavarini; Coly, Paci, Couto, Castellini; Morrone, Cigarini (dal 19’ s.t. Lucarelli), Parravicini (dal 43’ s.t. Moretti); Reginaldo (dal 31’ s.t. Antonelli), Gasbarroni; Budan. (Bucci, Zenoni, Martinez, Corradi). All. Manzo.
INTER (4-3-2-1): Julio Cesar; Maicon, Rivas, Materazzi, Maxwell; Vieira, Zanetti, Stankovic; Balotelli (dal 31’ s.t. Pelè), Cesar (dal 6’ s.t. Ibrahimovic); Cruz. (Toldo, Burdisso, Jimenez, Crespo, Suazo). All. Mancini.
ARBITRO: Rocchi.
NOTE: stadio tutto esaurito. Espulso: Oriali per proteste. Ammoniti: Parravicini (P), Cesar (I), Vieira (I), Cigarini (P), Castellini (P), Ibrahimovic (I), Lucarelli (P). Recupero: 2’ p.t., 4’ s.t.


Le foto dello scudetto dell'Inter

Le foto dello scudetto dell\'Inter


Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter
Le foto dello scudetto dell'Inter

Fonti

: corriere.it | corrieredellosport.it | alice.it

  • shares
  • Mail
161 commenti Aggiorna
Ordina: