Milan, Galliani sul mercato

Milan, Galliani sul mercato

Adriano Galliani giovedì sera era a San Siro per presenziare all'Adidas Cup e in conferenza stampa ha parlato anche di mercato svelando alcune possibili strategie. Ormai pare certa la defezione di Ronaldo e la possibile trattativa per Gilardino che potrebbe sempre essere merce di scambio per arrivare a Frey. Ma andiamo con ordine a capire cosa potrebbe succedere:


"Occorre stare calmi e tranquilli per il mercato. Per il reparto degli attaccanti non facciamo nomi, ma 1 punta va acquistata, perchè non c'è Ronaldo e se dovesse partire Gilardino serve un altro attaccante, visto che al momento ne abbiamo 4 su 6: Kakà, Seedorf, Pato e Inzaghi. Per Gilardino la trattativa non è ancora iniziata, ma in effetti potrebbe cominciare. Del resto le cose si fanno sempre in due, quando c'è l'accordo tra le due parti. Sheva? Ancelotti lo ha inserito nella lista dei 4 attaccanti che potrebbero arrivare? Se non l'ha fatto ce lo metto io..."

L'amministratore delegato tocca l'argomento portieri mettendo in chiaro la situazione e la necessità di portare ordine nel reparto. In questi giorni si parla di Frey, secondo la stampa è la prima scelta di Ancelotti, ma anche di Gomes, che però non è comunitario, del solito Boruc e naturalmente di Lloris. Attualmente però gli estremi sotto contratto sono troppi, cinque, e Galliani detta la strada da percorrere e già per Abbiati ci potrebbe essere mercato, si parla del Palermo e dell'Atletico Madrid che gioca anche la Champions:

"Attualmente abbiamo 5 portieri, che sono Dida, Kalac, Storari, Abbiati e Coppola. Sento fare il nome di LLoris, ma noi non compreremo nessuno se prima non cediamo qualche altro portiere"

Intanto Adriano Galliani ieri è volato a Barcellona per cenare, all'Hotel Majestic, con il presidente blau-grana Laporta nel tentativo di limare le distanze economiche per l'acquisto di Gianluca Zambrotta e Ronaldinho, ma non solo. Alcune voci di corridoio parlano anche di Samuel Eto'o e Rafael Marquez, l'attaccante era stato accostato al Tottenham ma pare che Juande Ramos abbia svoltato su Thierry Henry che gradirebbe molto il ritorno a Londra per stare vicino a sua figlia, così oggi il Corriere dello Sport riporta le cifre, 20 milioni l'offerta e 30 la richiesta, intanto dal Milan smentiscono.

Invece le distanze per l'esterno azzurro e dinho iniziano a ridursi, pare che per il primo la richiesta sia di 13 milioni e si potrebbe chiudere l'affare a 10 ma per l'asso brasiliano la strada è come sempre più lunga e dura da percorrere. Il giornale spagnolo Marca afferma che la richiesta dei catalani sia di 40 milioni di euro ma il Milan spera di avvicinarsi ai 20-25. I nomi sono certi ma le società giocano ancora a carte coperte, cosa succederà? di certo fino al 31 di agosto l'estate sarà calda.

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: