Milan: Zambrotta-Dinho, fumata grigia

zambrotta

Adriano Galliani è volato a Barcellona per chiudere l'affare Zambrotta e per sondare nuovamente il terreno per Ronaldinho; il viaggio però non ha prodotto il risultato sperato dalla società rossonera perché il Presidente Laporta non vuole fare nessuno sconto sul prezzo fissato per i cartellini dei due calciatori. Per il difensore ex Juventus il Barça chiede 10 milioni, mentre per il brasiliano la quotazione è rimasta fissata a 40 milioni.

A queste cifre il Milan non chiuderà mai la trattativa per entrambi i giocatori perché la differenza tra domanda (50 milioni) e offerta (22 milioni) è alquanto elevata. La sensazione è che comunque la situazione di Zambrotta è destinata a semplificarsi perchè il nuovo allenatore Guardiola ha dato il via libera alla cessione del laterale italiano visto che i suoi 2 anni al Barça non sono stati all'altezza delle aspettative.

La situazione di Ronaldinho è più ingarbugliata per una serie di motivi: il giocatore ha da tempo deciso che se dovesse lasciare il club catalano lo farà solo per approdare al Milan, ma non ha fatto i conti con la dirigenza del Barça che, dopo l'ultimo sgarbo ricevuto dal brasiliano (si è negato a partecipare all'amichevole in Arabia, poi annullata per mancanza di giocatori di peso nella comitiva), ha deciso di non svendere il calciatore per nessun motivo.

Il fratello-manager Roberto de Assis continua a ripetere che non c'è fretta e passa la palla "infuocata" ai due Club per venire a capo della difficile trattativa. Ormai è risaputo che Laporta preferirebbe cedere Ronaldinho al Manchester City (offerta di 40 milioni), ma il crack di Porto Alegre non vuole nemmeno prendere in esame la proposta degli inglesi anche se lo stipendio offertogli sarebbe di gran lunga il più vantaggioso. Non ama il calcio inglese e già l'aveva fatto presente a suo fratello quando nell'estate 2006 era stato raggiunto un accordo di massima col Chelsea, poi rifiutato con fermezza dal diretto interessato.

Il Milan sta alla finestra e per il momento ha deciso di congelare la trattativa e di aspettare le mosse del Club catalano che in un modo o nell'altro dovrà sbrogliare per forza la matassa per non rischiare di tenere in rosa due giocatori poco motivati.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: