In cinque per la panchina del Chelsea: favorito Hiddink, non c'è Mancini

Impazza il toto-panchina in casa Chelsea dopo il mancato rinnovo del contratto al tecnico Avram Grant, in seguito alla sconfitta del club londinese in finale di Champions League, nel derby inglese contro il Manchester United. I giornali inglesi e i bookmakers danno come favorito il "santone" Guus Hiddink, già protagonista di grandi imprese sulle panchine della Corea Del Sud e, recentemente, della Russia.

In realtà convincere il tecnico olandese, fortemente voluto dal braccio destro del patron Abramovich, Tenenbaum, non sarà per nulla semplice, visto che l'allenatore sembra intenzionato a non lasciare la panchina della nazionale russa. Il secondo dei papabili è un altro olandese, Dick Advocaat, fresco trionfatore in Coppa Uefa alla guida dello Zenit San Pietroburgo, non molto amato però dal direttore generale Peter Kenyon, che gli preferirebbe un ex giocatore e idolo dei tifosi dei Blues il gallese Mark Huges, attuale tecnico del Blackburn, col quale sta facendo un ottimo lavoro.

Gli altri due nomi sono quelli di Frank Rijkaard, sostenuto da Ten Cate (già suo vice al Barcellona nel 2005/2006) e da altri uomini dell'area tecnica, le cui quotazioni sono però in ribasso dopo l'ultima deludente stagione alla guida dei catalani e Didier Deschamps, non troppo convincente nella sua breve esperienza juventina, ma ancora piuttosto gradito al patron russo del Chelsea. Sembra quindi tramontare la possibilità di vedere sulla panchina dei Blues un allenatore italiano, Mancini o Lippi, fino a qualche giorno fa inclusi nel lotto dei possibili candidati.

L'allenatore israeliano, appena silurato dai vertici del club londinese, sembra invece essere vicino a trovare un accordo con il Manchester City del tycoon thailandese Shinawatra che, dopo il licenziamento dell'attuale allenatore Sven Goran Eriksson e il rifiuto incassato da Felipe Scolari, sembra voler puntare proprio su Grant, considerato l'uomo giusto per condurre i Citizens al quarto posto richiesto come obiettivo minimo dal proprietario del club.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: