Cagliari e Parma hanno scelto: Allegri e Cagni saranno i condottieri per la prossima stagione



In questi giorni la panchina che ha fatto parlare di più è stata sicuramente quella nerazzura, il finale della storia lo conosciamo tutti. Ma ci sono altre panchine importanti che in queste ultime ore hanno cambiato padrone, Cagliari e Parma hanno annunciato oggi i nuovi allenatori per la prossima stagione. I sardi per ripetere l'ottimo campionato appena terminato hanno scelto Massimiliano Allegri, gli emiliani per trovare riscatto in un immediato ritorno nella massima serie puntano invece su Gigi Cagni.

Partiamo dalla società di Cellino. In questi giorni il vulcanico presidente era in trattativa con Ballardini, il regista della portentosa salvezza dei rossoblu. Le due parti però non si sono incontrate, da quanto si legge sulle pagine del sito dei sardi "le aspettative del tecnico in materia di entità e durata del contratto non sono in sintonia coi programmi della Società", c'è chi parla di una richiesta di 500.000 euro contro un'offerta di 100.000. Difficile sapere quale sia la verità, la panchina da oggi è di Allegri, neopromosso col Sassuolo.

Il nuovo allenatore conosce la città, ha già giocato in rossoblu dal 1993 al 1995. Ha firmato un contratto della durata di un anno con opzione sul secondo, si è detto felicissimo di questo nuovo incarico che fino a pochi mesi fa nemmeno poteva immaginare. Intanto tra Cagliari e Sassuolo inizia una partnership che potrebbe portare in Emilia un po' di giovani, fra tutti si parla di Mancosu, Cotza e Sau.

Per quanto riguarda Parma, invece, il presidente Ghirardi ha deciso di puntare sull'esperienza affidando la sua squadra ad un grande conoscitore del campionato cadetto come Gigi Cagni. L'obbiettivo è quello di tornare subito in A, nelle parole del nuovo allenatore si legge tutto l'entusiasmo per questa nuova esperienza e una totale comunità di intenti con il suo nuovo presidente. Cagni, lo ricordiamo, viene dalla retrocessione con l'Empoli ma l'anno scorso era riuscito a portare i toscani addirittura in Coppa UEFA. Una delle sue esperienze migliori l'ha vissuta non lontano da Parma, in quel Piacenza che riusci a portare sul massimo palcoscenico, una squadra amata da molti sportivi anche per la completa assenza di stranieri nella sua rosa.

Ora è tempo di vacanze per il mondo del pallone, ma i due nuovi allenatore hanno già dimostrato di non vedere l'ora di lanciarsi in questa nuova avventura. Per entrambi il prossimo appuntamento è la presentazione ufficiale che avverrà la prossima settimana in date e luoghi ancora da stabilire. Intanto possiamo solo augurare buona fortuna ad entrambi.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: