Nel giorno di Roma - Sampdoria la capitale intitola una via a Paolo Mantovani

Dopo le polemiche che hanno preceduto la sfida tra Roma e Sampdoria, il riferimento è in particolare agli scambi di frecciatine tra Zeman e Ferrara, da Roma arriva una notizia che non potrà che far piacere ai tifosi doriani. È stata intitolata oggi a Roma una strada, Largo Paolo Mantovani, dedicata allo storico presidente che portò la squadra blucerchiata ai vertici del calcio mondiale tra la fine degli anni '80 e l'inizio del decennio successivo, periodo d'oro culminato con la sfortunata sconfitta in finale di Coppa dei Campioni contro il Barcellona.

Alla cerimonia hanno partecipato oggi esponenti della società ligure e della Roma, rappresentanti dell'amministrazione comunale oltre ad un nutrito numero di tifosi sampdoriani. Il Comune di Roma ha voluto così offrire un tributo ad un suo cittadino, Mantovani era nato lì nel 1930, che poi ha avuto fortuna lontano da casa. L'idea è stata di Roberto Martinelli, tifosissimo della Samp che ha percorso la strada inversa rispetto allo storico patron, spostandosi per motivi professionali da Genova alla capitale. A rappresentanza ufficiale del mondo del calcio c'era il presidente della Figc Giancarlo Abete che ha sottolineato: "Mantovani rimane nel nostro cuore. La sua Sampdoria ha fatto la storia del calcio italiano".

Era assente invece l'attuale presidente della Samp, Edoardo Garrone, che per motivi istituzionali si trovava lontano dall'Italia, no ha voluto però perdere l'occasione per omaggiare il suo predecessore e lo ha fatto attraverso un messaggio pubblicato sul sito ufficiale del club:

Come tutti saprete, è stato appena inaugurato a Roma largo Paolo Mantovani. Avrei voluto essere presente alla cerimonia d'intitolazione della strada, ma purtroppo impegni istituzionali mi hanno costretto a Bruxelles e impedito di prendere parte a questo importante riconoscimento da parte del Comune di Roma, che - da sportivo e sampdoriano - mi sento pubblicamente di ringraziare.
Paolo Mantovani è stato uno dei più grandi presidenti che la storia del calcio abbia mai conosciuto. Un uomo di sport che ha saputo farsi valere e al tempo stesso amare, non soltanto grazie ai risultati conquistati sul campo quanto piuttosto grazie ai valori e agli insegnamenti che ha saputo trasmettere a più di una generazione.
Per quasi quindici anni ha rappresentato un modello di etica, di stile e di correttezza, portando in giro per il mondo il nome della Sampdoria e regalando al nostro club un'aura fresca, pulita e simpatica. Sono questi i valori che, nel solco dell'esempio di Paolo Mantovani, cerchiamo di portare avanti ogni giorno nella Sampdoria come famiglia Garrone. Per il bene della società e dei suoi tifosi, il nostro più grande patrimonio.

Non è la prima strada che viene "dedicata" allo storico presidente della Sampdoria, nel 2004 infatti il Comune di Genova si era reso di un'iniziativa analoga. Via Paolo Mantovani, che potete vedere nella foto, si trova nel capoluogo ligure nel quartiere Sampierdarena, una scelta simbolica dal momento che la Samp come la conosciamo oggi nacque nel 1946 dalla fusione della Sampierdarenese con l'Andrea Doria.

Foto | © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail