Fifa: limite di cinque stranieri in campo


Da Sydney arriva una notizia che potrebbe rivoluzionare nel prossimo futuro il mondo del calcio. Il congresso del massimo organo calcistico internazionale, la Fifa, guidata da Sepp Blatter, ha infatti approvato a larga maggioranza (155 voti favorevoli e 40 astensioni) una risoluzione a favore dell'introduzione del cosiddetto meccanismo del "6+5", ovvero una limitazione ad un massimo di cinque giocatori stranieri schierabili in campo da ogni squadra nelle competizioni ufficiali.

La norma, studiata per proteggere l'identità nazionale delle squadre, ormai sempre più infarcite di giocatori provenienti da ogni angolo del globo, è stata fortemente voluta dallo stesso presidente svizzero della federazione internazionale, che la sponsorizzava ormai da alcuni anni. Il maggiore ostacolo da superare per la sua reale introduzione e però rappresentato dalla legislazione dell'Unione Europea.

Secondo le norme in vigore ad Eurolandia infatti, i calciatori sono da considerarsi a tutti gli effetti come dei normali lavoratori e quindi hanno il diritto di godere dello stesso trattamento di chiunque altro riguardo la libera circolazione sul territorio europeo, pena severe sanzioni per chiunque tentasse di impedirlo. Proprio per questo verrà intavolata a breve una trattativa che coinvolgerà anche il numero uno della Uefa, Michel Platini.

In caso di un definitivo parere contrario da parte delle istituzioni europee, Blatter potrebbe decidere di applicare comunque la norma solo alle federazioni al di fuori del Vecchio Continente, creando però un'evidente disparità di trattamento che finirebbe per penalizzare i club extraeuropei, già ora in difficoltà a reggere il passo degli avversari a causa delle disponibilità nettamente inferiori sul piano economico.

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: