Speciale Euro2008: Terim lancia la sua Turchia, ma Sukur non c'è

C'è stato un momento, all'incirca 6 anni fa, che gli appassionati di calcio iniziarono a credere seriamente che la Turchia potesse diventare, di lì a poco, una grande squadra a livello internazionale. L'approdo di Sukur e Terim in Italia, la Coppa Uefa vinta dal Galatasaray, ma soprattutto il terzo posto in Estremo Oriente nei Mondiali del 2002, furono credenziali abbastanza forti per iniziare a temere la squadra della mezza luna. Purtroppo, però, la Turchia è rimasta incompiuta e questi Europei potrebbero rilanciarla; si è qualificata arrivando seconda nel Gruppo C dietro la Grecia, un risultato che sembrava scontato dopo l'ottimo avvio ma che è arrivato solo grazie alla vittoria a Oslo, ai danni della Norvegia.

Dopo 6 anni, dunque, la rivedremo nella fase finale di un grande torneo; nel 2004 perse lo spareggio per staccare il biglietto per l'Europeo lusitano contro la sorprendente Lettonia. Nel 2006, ugualmente, si fermò nella doppia sfida contro la Svizzera, chiudendo con una ignobile rissa. Quest'anno invece ce l'ha fatta e potrà giocarsi il suo terzo Europeo della storia: in Inghilterra 12 anni fa perse tutte e tre le partite, nel Benelux arrivò sino ai quarti dove fu eliminata dal Portogallo. Ora toccherà all'Imperatore, Fatih Terim (ct in carica dal 2005), dare le giuste motivazioni a un gruppo particolare, capace di acuti brillanti (4-1 ad Atene) come di disfatte inattese (il 2-2 a Malta o lo 0-1 casalingo contro la Grecia nelle qualificazioni ne sono un esempio). Ma vediamo i 23 turchi che scenderanno in campo (Fotogallery).

I portieri convocati sono Volkan Demirel (Fenerbahçe SK), Rüştü Reçber (Beşiktaş JK) e Tolga Zengin (Trabzonspor).

Rüştü, che pure aveva iniziato da titolare nelle qualificazioni, non sarà il numero 1 turco: il più famoso portiere della Turchia (forse più per le strisce nere sotto gli occhi che per le sue abilità), guarderà dalla panchina le prestazioni di Volkan, estremo difensore del Fenerbahçe e ormai anche della Nazionale. Il 28enne di Istanbul ha anche sfruttato l'infortunio occorso al collega, ma indubbiamente ha convinto tutti. Tolga Zengin sarà il terzo, orgoglio del Trabzonspor che non ha altri giocatori rappresentati se non lui.

In difesa Sabri Sarıoğlu (Galatasaray AS), Gökhan Zan (Beşiktaş JK), Emre Aşık (Galatasaray AS), Servet Çetin (Galatasaray AS), Hakan Balta (Galatasaray AS), Uğur Boral (Fenerbahçe SK) e Emre Güngör (Galatasaray AS).

Centrali dovrebbero essere Gökhan Zan, roccia del Beşiktaş, e Servet Çetin, del Galatasaray come buona parte del pacchetto arretrato di questa squadra. Infortunatosi al piede destro la rivelazione 23enne del Fenerbahçe Gökhan Gönül, Terim ha un buco a destra: in quel ruolo probabilmente ci sarà Sabri, a sinistra invece Hakan Balta; manco a dirlo entrambi della formazione giallorossa, attuale campione di Turchia. Il 35enne Emre Aşık è una valida ed esperta alternativa ad ogni problema, così come Uğur Boral, abile anche qualche metro più avanti.

Nella zona nevralgica del campo Mehmet Aurélio (Fenerbahçe SK), Mehmet Topal (Galatasaray AS), Emre Belözoglu (Newcastle United FC), Tümer Metin (Larissa FC), Hamit Altıntop (FC Bayern München), Ayhan Akman (Galatasaray AŞ), Arda Turan (Galatasaray AS), Tuncay Sanlı (Middlesbrough FC), Kazım Kazım (Fenerbahçe SK) e Gökdeniz Karadeniz (FC Rubin Kazan).

Emre Belozoğlu e Mehmet Aurélio sono due pedine imprescindibili per il centrocampo di questa squadra: dell'ex interista e attualmente punto di forza del Newcastle conosciamo le doti tecniche e l'abnegazione; il brasiliano naturalizzato turco unisce la quantità alla qualità e ha fatto un'ottima annata nel Fenerbahçe. Sulle corsie un manipolo di giocatori che potrebbero ruotare a seconda delle partite: Gökdeniz Karadeniz, Arda Turan e Tümer Metin giocano in tre campionati diversi (il russo, il turco e il greco) ma hanno in comune velocità ed estro, qualità indispensabili per il gioco di questa squadra. Senza dimenticare Hamit Altintop, rimasto orfano del suo gemello lasciato a casa da Terim, ma determinato nel dimostrare il suo valore, per altro già dimostrato in Germania.

Infine l'attacco, composto da Nihat Kahveci (Villarreal CF), Semih Şentürk (Fenerbahçe SK) e Mevlüt Erding (FC Sochaux-Montbéliard).

Gli eroi del Mondiale nippo-coreano non ci sono: Sukur lasciato sul Bosforo, e Mansiz, ritiratosi a soli 31 anni, avrebbero di sicuro fatto comodo. Ma Terim ha fatto le sue scelte (tra gli altri non convocato anche il fantasista Basturk) e così la palla si dovrà giocare per forza di cose a terra: il buon Nihat non eccelle in altezza ma coi piedi ci sa fare, coadiuvato dal giocatore del Boro Tuncay. E per qualche cambio, in panchina scalpita Şentürk. Insomma, pochi nomi ma discreti, benché per fare gol avranno bisogno che i loro compagni agiscano in concerto.

Nelle amichevoli pre-Europeo, la Turchia non ha mostrato un brutto calcio: la sconfitta contro l'Uruguay per 3-2 ha forse messo in evidenza qualche lacuna in difesa, ma il 2-0 contro la Finlandia, ultimo test prima di fare sul serio, ha riscattato il pacchetto arretrato. Di certo l'ambiente turco non è entusiasta di questa selezione e molti a Istanbul hanno mostrato perplessità per l'esclusione di Sukur, 37 anni ma pur sempre il giocatore più rappresentativo di questa nazione; Terim si sarebbe dimesso se non avesse centrato la qualificazione, ma a conti fatti è riuscito a guadagnarsi la pagnotta e ora vuole continuare a stupire. Anche se, obiettivamente, tra le 4 del Gruppo A è la squadra con meno probabilità di passare il turno.

Gruppo A: Svizzera - Rep.Ceca - Portogallo - Turchia

Turchia - 1 Rüştü Reçber 2 Servet Çetin 3 Hakan Balta 4 Gökhan Zan 5 Emre Belözoğlu 6 Mehmet Topal 7 Mehmet Aurélio 8 Nihat Kahveci 9 Semih Şentürk 10 Gökdeniz Karadeniz 11 Tümer Metin 12 Tolga Zengin 13 Emre Güngör 14 Arda Turan 15 Emre Aşık 16 Uğur Boral 17 Tuncay Şanlı 18 Kazım Kazım 19 Ayhan Akman 20 Sabri Sarıoğlu 21 Mevlüt Erdinç 22 Hamit Altıntop 23 Volkan Demirel Ct: Fatih Terim


I 23 della Turchia

I 23 della Turchia


I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
I 23 della Turchia
  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: