Is Arenas potrebbe aprire domenica per Cagliari - Sampdoria, domani l'ufficialità

Motivi di ordine pubblico, Cellino chiama i tifosi all'interno di uno stadio inagibile (l'Is Arenas) e il prefetto dispone il rinvio dell'evento

La vicenda Is Arenas si è arricchita oggi di un nuovo, clamoroso per certi versi, capito: l'impianto è "quasi" pronto e domenica aprirà i suoi cancelli ai tifosi del Cagliari, seppur con qualche limitazione. L'ultimo sopralluogo è stato fatto questa mattina, erano presenti tra gli altri il Prefetto Balsamo e il Questore Savina oltre ai rappresentanti delle istituzioni governative e del club sardo. La visita, come recita il comunicato, si è svolta "un clima di collaborazione" e sono state rilevate le misure di sicurezza minime per garantire lo svolgimento della partita contro il Pescara in presenza dei tifosi in alcuni settori. L'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive nel corso della riunione odierna ha quindi aperto alla possibilità di un'apertura.

In pratica sarà utilizzabile un solo settore, quello dei distinti, al quale potranno accedere tutti i tifosi abbonati più un numero limitato di sottoscritto della tessera del tifoso "Cuore Rossoblu", per un totale di circa 5 mila presenze. Per quanto riguarda l'avanzamento dei lavori sono praticamente finiti tre settori su quattro, i distinti appunto e le due curve, mentre è ancora in costruzione la Main Stand, la tribuna centrale. La definitiva conferma arriverà entro domani, a meno di clamorosi ribaltoni, quando la Commissione Provinciale di Vigilanza si riunirà nuovamente per mettere a punto gli ultimi dettagli.

Sicuramente i tifosi rossoblu saranno contenti di questa notizia, Is Arenas non è ancora pronto per aprire completamente e definitivamente ma almeno qualche passo avanti è stato fatto. Ma cos'è successo in appena tre giorni da far cambiare così radicalmente la situazione? Cellino sosteneva che i requisiti di sicurezza minimi ci fossero già per la partita contro la Roma, diversamente da lui l'ha pensata il prefetto che ha imposto che la partita non si disputasse. Alla fine il Cagliari ha perso la partita a tavolino, in seguito al ricorso dei giallorossi, per "colpa" di uno stadio che appena tre giorni dopo è pronto a superare l'esame del Casms: si davvero fatica a trovare della razionalità in questa storia.

Foto | © TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail