Zeman: "I tifosi della Juve contro di me? Allora sono contro la legge"

Non si sente il bisogno di scaldare gli animi di una partita già carica di aspettative e tensioni dialettiche. I protagonisti dell'ormai stucchevole contesa verbale sono sempre gli stessi: Zeman e la Juventus, Zeman e la Juventus del passato. O anche del presente. Il tecnico giallorosso, stuzzicato in settimana da Ciro Ferrara (l'ex giocatore della Juventus ha parlato della sua immagine lesa per colpa di Zeman) ha risposto tirando in ballo tribunali: "Non devo chiudere nessuna polemica con lui. Sono i tribunali che per 10 anni si sono occupati di quei problemi. Non sono fatti miei”.

Ieri sera, nel corso del programma "Serie A Live" su Premium Calcio, il tecnico giallorosso è tornato a parlare di doping nel mondo del pallone, partendo dalle anticipazioni dell'autobiografia di Matias Almeyda in cui l'ex calciatore argentino parla di strane flebo prima delle partite: "Anni fa dicevo che esisteva il doping nel calcio, non ho ancora letto l'autobiografia di Matias Almeyda, ma non mi stupisce. Ora anche qualche giocatore dice quello che dicevo io: se l'avessero fatto prima il problema sarebbe stato eliminato tempo fa".

Tornando all'imminente sfida dell'Olimpico di Torino Zeman è consapevole che l'accoglienza dei tifosi bianconeri non sarà certo delle più "cordiali". L'allenatore 65enne risponde citando nuovamente tribunali e procure: "Si dice in giro che si stiano preparando, ma io spero che rimanga solo una partita di calcio. Se ce l'hanno con me, dovrebbero avercela anche con tutti i pubblici ministeri, i tribunali e tanta altra gente".

  • shares
  • +1
  • Mail