Presunta combine: Palazzi chiede pene severe per Atalanta e Livorno


Cinque maggio duemilaotto: Doni e Ferreira Pinto fanno affondare la barca Livorno, prima che Rossini e Pavan aggiustano le cose in extremis. Ma Padoin non ci sente: a un minuto dalla fine batte Amelia e regala la vittoria all'Atalanta, 3-2 e tutti a casa. Più o meno, perché nel sottopassaggio (ma anche sul terreno di gioco) i vari Grandoni, Balleri, i gemelli Filippini si accaniscono contro l'attaccante bergamasco, che Del Neri riferirà aver visto in lacrime negli spogliatoi. Che successe quella domenica di inizio maggio? Una combine andata male?

E' quanto crede il procuratore federale Stefano Palazzi, che oggi si espresso in maniera molto dura circa quella partita, ma anche quella d'andata: ha chiesto alla Giustizia Sportiva pene severe per i due club e per alcuni dei loro esponenti, il tutto come ovvio per illecito sportivo. Innanzitutto sei punti di penalizzazione ad entrambe le società, quindi una mega-squalifica per i due capitani, Balleri e Bellini: per entrambi sono stati chiesti poco più di tre anni lontani dai campi di calcio.

Per omessa denuncia, poi, sono stati chiesti 5 mesi di squalifica ai gemelli Filippini e a Grandoni e per responsabilità oggettiva 100mila euro di ammenda al Livorno. Non quisquilie, il tutto per un comportamento deprecabile e alla luce del sole da parte dei giocatori labronici, frustrati per la sconfitta inaspettata, e per un Padoin forse un po' troppo in trance agonistica. Perché, si sa, a fine anno un mucchio di partite sono "aggiustate"...

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO